Ricchi clandestini tunisini sbarcano a Lampedusa e poi con la Bmw a Parigi

Vox
Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Loro sono Sabee al Saidi, 18 anni, e Chaima Ben Mahmoude, 21 anni. Fiere delle loro performance social, insieme totalizzano 2 milioni di follower, questa volta hanno davvero esagerato. Non hanno avuto scrupolo a filmarsi durante la traversata su un gommone, ballando a ritmo di rap. Per poi, una volta sbarcate sull’isola siciliana, collezionare decine di selfie davanti a scorci turistici come la Torre Eiffel. A bordo di auto costosissime. Accumulando migliaia di like e nuovi follower ad ogni post del tour europeo.

L’ultimo viaggio, di cui abbiamo parlato:

Barconi carichi di stupratori e ricche influencer tunisine

Ha visto una coppia di influencer tunisini, Chaima Ben Mahmoude e il fidanzato.

Il viaggio sta scatenando polemica in Tunisia e imbarazzo al Viminale, per il video postato su TikTok di loro due che si dirigono in Italia su un barcone pieno di migranti, come se fosse una cosa divertente da mostrare al mondo, per poi pubblicare altre immagini sempre di loro a Parigi, ben vestiti e in Bmw. Chaima Ben Mahmoude, 21 anni, ha caricato un filmato che mostra mentre saluta gioiosa durante la traversata dalla Tunisia all’Italia, insieme al suo fidanzato. I due a un certo punto si mettono anche a ballare al ritmo della musica rap.

Vox

Ben Mahmoude – che ha quasi 140mila follower su Tik-Tok – ha affermato di essere stata “costretta” a fare il viaggio di 188 chilometri perché guadagnava solo un centinaio di euro al mese. “Non ho trovato nulla d meglio per me nel Paese”, ha detto all’Associated Press. “Ho un diploma da parrucchiera e non ho potuto trovare lavoro in questo campo”, ha aggiunto, spiegando di aver fatto una telefonata a un amico che tramite un suo conoscente le ha procurato un posto sul barcone, insieme ad altre 23 persone, per mille e 200 euro. Nonostante i suoi sorrisi nelle foto, Ben Mahmoude ha raccontato che il viaggio è stato terrificante. “La paura era tantissima, il mare era davvero agitato e c’erano molte onde alte”, e così, “in barca abbiamo detto una preghiera e ci siamo preparati alla morte. Quando ci hanno detto che eravamo arrivati in acque italiane, non potevamo crederci”.

Ma dopo essere sbarcati a Lampedusa, i due hanno postato diversi selfie davanti a monumenti e mentre viaggiavano in giro per l’Europa in Bmw. Per questo la coppia è stata accusata di “aver reso glamour” i viaggi clandestini sui barconi.