Magistrati hanno i video dello stupro ma graziano gli immigrati: “se non ti ubriachi non ti stuprano”

Condividi!

Ancora su questa sentenza:

Immigrati la trovano ubriaca e la trascinano in casa per stuprarla ma giudice li assolve: “L’ha voluto lei”


VERIFICA LA NOTIZIA
a sentenza del tribunale di Ravenna che assolve entrambi gli stranieri perché “il fatto non costituisce reato”. In buona sostanza, secondo i giudici Adele era ubriaca ma non avrebbe fatto opposizione. “I filmati erano inequivocabili e non interpretabili. Come può una diciottenne in quello stato aver espresso un consenso valido?” spiega l’avvocato Elisa Cocchi, legale della 18enne.




6 pensieri su “Magistrati hanno i video dello stupro ma graziano gli immigrati: “se non ti ubriachi non ti stuprano””

  1. Facciamo un paio di esperimenti, per “vedere di nascosto l’effetto che fa”…

    Alla prossima richiesta di soccorso farlocca da parte di presunti “naufraghi”, rilasciamo un’affermazione pubblica che suona come “chi resta a terra non annega”.

    Analogamente, a chi chiedesse un “porto sicuro” dopo aver caricato a bordo persone dalla dubbia qualifica, si dia una risposta tipo “chi non carica non ha bisogno di scaricare”.

I commenti sono chiusi.