Milano fogna multietnica: arrestato un altro rapper nordafricano, Islam Abd el Karim

Vox
Condividi!

Il rapper egizianO Islam Abd el Karim, noto come Kappa24k, è stato arrestato nell’ambito delle indagini sulla sparatoria a San Siro.

Tensione altissima a Milano. La polizia ha fermato un IMMIGRATO EGIZIANO di 32 anni, il rapper Kappa_24k. Le accuse: detenzione e porto sulla pubblica via di un’arma comune da sparo ed esplosione in aria di più colpi d’arma da fuoco in luogo pubblico affollato. In zona San Siro, a Legnano e a Motta Visconti, inoltre, sono state effettuate alcune perquisizioni finalizzate alla ricerca di armi da fuoco e relativo munizionamento.

VERIFICA LA NOTIZIA

Sotto la lente di ingrandimento la sparatoria dell’8 gennaio scorso in piazza Monte Falterona a Milano. Rimase ferito un cittadino egiziano di 26 anni. In seguito la polizia ha arrestato un pregiudicato milanese di 51 anni per tentato omicidio. Nella vicenda risulterebbe coinvolto il rapper. Le indagini hanno evidenziato come quella sera abbia avuto luogo uno scontro fra due gruppi rivali, rapidamente degenerato. I due gruppi si sono poi allontanati rapidamente dopo l’esplosione di alcuni colpi di pistola.

Vox

La scientifica aveva repertato 7 bossoli di diverso calibro. Le indagini della squadra mobile hanno tracciato i contorni della vicenda che sarebbe riconducibile alla ripartizione delle commissioni discografiche destinate ai vari gruppi rap. L’8 gennaio, nel pomeriggio, i due gruppi avrebbero dato luogo a un pestaggio nel quale il rapper Kappa 24K e i suoi compagni hanno avuto la meglio.

Poi il gruppo contrapposto, insieme al 51enne già arrestato, si sarebbe recato in piazza Monte Falterona per vendicare la lite avvenuta poco prima. La situazione sarebbe degenerata due ore dopo con la sparatoria: l’egiziano 26enne è stato raggiunto gravemente alla zona femorale e il rapper avrebbe risposto esplodendo diversi colpi d’arma da fuoco con una pistola detenuta illegalmente.




Un pensiero su “Milano fogna multietnica: arrestato un altro rapper nordafricano, Islam Abd el Karim”

  1. Due corposi calci in culo seguiti da schiaffoni e legnate educative sul groppone e poi via sull’aereo del lurido paese suo merdoso a fare il rapper da quelle parti.Sicuramente dopo un’altra robusta cura e compilation varie di sberle,canterà i salmi dell’Islam.

I commenti sono chiusi.