Esce di casa per fare jogging e nordafricano tenta di violentarla

Condividi!

Esce per fare jogging e viene aggredita da un ragazzo. Solo l’intervento di un ambulante che stava preparando il banco per il mercato ha evitato il peggio. È un episodio ancora sotto la lente dei carabinieri quello accaduto mercoledì mattina, 27 gennaio, ad Arcene.

Il fatto è successo poco prima delle 5, nel centro storico del paese, quando una quarantenne è uscita in tuta e scarpe da ginnastica. Ha fatto in tempo a fare solo qualche passo e si è accorta di essere seguita da un magrebino che ha tentato di fermarla. Non è chiaro quale fosse l’obiettivo dell’aggressore, se una rapina o una violenza. La donna è riuscita a scappare urlando e chiedendo aiuto.

Così è arrivata in via San Giovanni Bosco dove c’era il primo ambulante, un fruttivendolo, intento ad allestire il banco per il mercato settimanale. «L’ho vista arrivare — racconta il commerciante —, era molto spaventata. Aveva questo ragazzo alle spalle che la rincorreva. Mi sono messo di mezzo e gli ho gridato: ”Ma cosa stai facendo? Lasciala stare”. Allora lui mi ha dato uno spintone. In quel momento, è arrivata una residente uscita a camminare e un’automobile con due ragazze che lavorano in un bar sulla via. L’aggressore a quel punto è scappato in un giardino in via Carducci e da lì ha fatto perdere le sue tracce».

Sul posto sono intervenute due pattuglie dei carabinieri, mentre la quarantenne veniva riaccompagnata a casa. I sospetti si concentrano su un nordafricano che era già stato notato più volte in paese. Il dubbio dei militari è che l’uomo possa essere collegato alla serie di furti in abitazione ad Arcene negli ultimi giorni.

Esce di casa per fare jogging e tenta di violentarla




2 pensieri su “Esce di casa per fare jogging e nordafricano tenta di violentarla”

  1. secondo il solito, non resta che auspicare l’appartenenza della vittima alla compagine dei “catto-comunisti” = ha trovato quel che cercava…..

  2. Donne accoglione buoniste della serie ” poverini si devono aiutare ”
    non potete più uscire da casa
    beccatevi tutti gli stupri dai vostri carnefici

I commenti sono chiusi.