Rom incinta rapina senatrice a vita: finalmente tocca a chi li protegge dal carcere

Condividi!

Novità su questa notizia:

Senatrice a vita scippata alla Stazione centrale di Milano da una di loro 😂

E’ la solita rom incinta che i magistrati di Milano scarcerano a ripetizione.

VERIFICA LA NOTIZIA

Una bosniaca di 36 anni, con diversi precedenti specifici e una condanna a 2 anni e 6 mesi di reclusione da scontare, è stata denunciata a piede libero per il furto del portafogli della senatrice a vita Elena Cattaneo, avvenuto il 19 gennaio nel corridoio di collegamento tra le linee gialla e verde del metrò in Stazione Centrale. La donna, in avanzato stato di gravidanza, è stata intercettata alle 13.55 di ieri alla fermata Loreto della metropolitana verde da una pattuglia dei ghisa del Nucleo tutela trasporto pubblico, che hanno portato così a termine un’indagine congiunta con i poliziotti dell’Ufficio prevenzione generale della Questura.

A Milano è vietato arrestare le rom incinte: “C’è un patto con la Procura”

Stando a quanto risulta, la trentaseienne senza fissa dimora è una borseggiatrice seriale che agisce abitualmente proprio nella zona della Centrale, sia in stazione che nella rete sotterranea. Il reato è pluriaggravato dalla destrezza, dal luogo in cui è avvenuto (un’infrastruttura del trasporto pubblico) e dalle condizioni di minorata difesa della vittima cinquantanovenne, che nell’occasione era caduta riportando contusioni a un ginocchio. Come unico documento, la bosniaca aveva un biglietto del Flixbus da Roma Tiburtina a Milano Lampugnano. La trentaseienne è stata incastrata dalle telecamere e dall’abbigliamento, lo stesso notato da alcuni passeggeri che nei giorni precedenti avevano segnalato in Centrale un gruppo di borseggiatrici.




Un pensiero su “Rom incinta rapina senatrice a vita: finalmente tocca a chi li protegge dal carcere”

I commenti sono chiusi.