La mattanza di Draghi: altri 500 morti e quasi 200mila contagiati, superati i morti del 2021 senza vaccino

Condividi!

Mentre i politici giocano alle poltrone del Quirinale, la mattanza va avanti nel totale loro disinteresse.

Sono 186.740 i test positivi al coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore. Lo stesso giorno di una settimana fa erano stati 212.004 (-11,9%). Ma sono stati fatti meno tamponi.

Negli ultimi 7 giorni (19-25 gennaio) ci sono stati 1.134.782 casi, in diminuzione del -4,8% rispetto alla settimana precedente (12-18 gennaio). Sempre per meno tamponi.

Infatti, negli ultimi 7 giorni (19-25 gennaio), il tasso di positività medio è stato del 16%, praticamente stabile (-0,3%) rispetto alla settimana precedente (12-18 gennaio).

Significa che il contagio rimane costante a livelli massimi.

Le vittime sono 468 in un giorno, mentre una settimana fa erano state 434 (+7,8% in 7 giorni). Negli ultimi 7 giorni (19-25 gennaio) ci sono stati 2.518 decessi, in crescita del 11,1% rispetto alla settimana precedente (12-18 gennaio).

Il 25 gennaio 2021 i morti furono 420: i vaccini non stanno fermando né il contagio né i morti.

Ci sono altri 165 ricoverati, in rialzo rispetto alla settimana precedente. E +9 in terapia intensiva nonostante i quasi 500 morti. Superati i 20mila ricoverati! Siamo a livelli dello scorso anno senza vaccino.

https://www.worldometers.info/coronavirus/country/italy/




13 pensieri su “La mattanza di Draghi: altri 500 morti e quasi 200mila contagiati, superati i morti del 2021 senza vaccino”

  1. Che goduria, ora che ho capito che i governanti sono nel panico più assoluto, che gli scienziati brancolanonnel buio e che i militari sanno benissimo che tutto ciò che fanno e’ destinato al fallimento, attività nella quale eccellono, mi fido finalmente il meritato spettacolo. Il virus e’ invincibile nel breve periodo, muterà casualmente in forme anche mortali e sarà una goduria vedere il massacro, perche’ si salverà solo chi ha culo.

  2. Ho sentito telefonicamente una tizia in Piemonte, mi ha riferito di essere positiva, di non poter lavorare per una settimana ma che sarebbe stata operativa prestissimo. Non era minimamente preoccupata per la propria salute, non aveva la voce nasale di chi ha un raffreddore o un influenza, per tutta la lunga telefonata non ha dato un colpo di tosse.
    Tirando le somme direi che molti per avere il gp si danno malati senza esserlo, a fare il tampone dicono che mandano un positivo con la loro tessera sanitaria. Pare non chiedano il documento d’identità in farmacia.

          1. Io giro come la merda nei tubi da quando e’ iniziato tutto, mi curo col cubalibre e il chhhhovid mi fa una sega.

I commenti sono chiusi.