Non dà sigaretta, accoltellato alle gambe da baby gang: “Vi sgozziamo”

Condividi!

La Lombardia è sempre più una fogna multietnica in cui le baby gang fanno quello che vogliono.

“Avete una sigaretta?”, poi la violenza e le minacce: 20enne accoltellato alle gambe. E’ accaduto a Carugate: il giovane era in compagnia della fidanzata e di un’amica, entrambe 17enni, quando sono stati avvicinati da una baby gang.

VERIFICA LA NOTIZIA

Sono stati avvicinati davanti al distributore automatico di una tabaccheria. “Avete una sigaretta?”, è stata la richiesta. Pochi istanti dopo i tre giovani che sarebbero diventati le vittime dell’aggressione hanno capito sulla propria pelle che quello altro non era che un modo per dare il via alla violenza e alle pesanti minacce di morte: “Adesso vi sgozziamo”. Esperienza traumatica quella vissuta lo scorso weekend da un 20enne, dalla propria fidanzata di 17 anni e da un’amica della coppia, anche lei minorenne. In azione un gruppo di baby malviventi, di cui uno sicuramente brandiva un coltello. Arma che ha usato per ferire alle cosce il giovane, che il branco non ha esitato a colpire con calci e pugni quando ormai era già a terra.

La Compagnia di Pioltello da tempo è sulle tracce degli autori dei numerosi episodi di violenza, tra aggressioni e rapine messe a segno o solo tentate a Carugate e nei Comuni limitrofi. In autunno a essere aggredita era stata addirittura una guardia giurata che aveva con sé la pistola d’ordinanza. Intanto la Prefettura di Milano, su richiesta della stessa Compagnia di Pioltello, ha attivato un servizio di controllo straordinario del territorio, impegnando anche gli uomini del Battaglione di Milano oltre alle Forze dell’ordine già presenti.




4 pensieri su “Non dà sigaretta, accoltellato alle gambe da baby gang: “Vi sgozziamo””

  1. Le ideologie sono sempre molto belle. Fintanto che non tocca a te subirne le conseguenze negative.

    Il problema è che sembra sempre capitare agli altri e si accantona come un raro incidente. A degli sconosciuti. Nessuno pensa mai che possa capitare a lui. Come gli incidenti normali.

    La differenza tra i cosidetti razzisti nazisti fascisti omofobi e i dementi buonisti è la capacità di interpretare la realtà e capire il pericolo.

I commenti sono chiusi.