La nuova profezia di Bill Gates: “Arriveranno nuove pandemie molto più letali”. Omicron 2 è già qui: potrebbe essere più virulenta

Condividi!

“Se qualcosa ucciderà più di 10 milioni di persone nei prossimi decenni non sarà una guerra, ma un virus”. Arriva la nuova profezia di Bill Gates, dopo le frasi del 2018 che “prevedevano” il coronavirus. Il fondatore di Microsoft, come riporta il Financial Times, ha messo in guardia su possibili pandemie peggiori del Covid e ha invitato i governi a contribuire con miliardi di dollari alla preparazione per una prossima epidemia.

In un’intervista al Washington Post, Gates pronunciava una vera e propria profezia, parlando di un virus come la Spagnola in arrivo (presumibilmente) dall’Asia. «Se qualcuno dicesse ai governanti mondiali che sono in costruzione armi che potrebbero uccidere 30 milioni di persone ci sarebbe un senso di urgenza nel prepararsi per la minaccia – ha affermato Gates, citato dal Washington Post – In caso di pericolo biologico invece questo senso d’urgenza non c’è. Il mondo deve prepararsi a questa eventualità come si prepara per la guerra».

Probabilmente non ci sarà molto da aspettare. E il motivo è la globalizzazione e l’assenza di confini che permette ai virus di correre da una parte all’altra del mondo come mai prima. Il virus è l’effetto, ma la malattia è la globalizzazione senza frontiere.

Come già scritto, ha fatto la sua comparsa in Nord Europa Omicron 2. Da alcuni ribattezzata Phi, perché totalmente diversa dalla mutazione originale. In Danimarca ha sostituito Omicron e ha fatto risalire i contagi che avevano iniziato a scendere. Ergo, a breve sarà in Italia.

Ma a parte queste poche informazione, di lei si sa ancora poco. Come conferma all’Adnkronos Salute Massimo Galli, già primario di Malattie infettive all’Ospedale Sacco di Milano.

Dunque, l’unica certezza al momento è che in meno di un anno, tre varianti si sono sostituite l’una con l’altra: sovrapponendosi. Avvicendandosi. Sempre comunque sfidando il nostro sistema immunitario e le capacità di difesa indotte dai vaccini. Per il resto, come anticipato, su Omicron 2 sappiamo poco. Se non che quest’ultima mutazione del virus, ultima sotto-variante di Sars-CoV-2, si sta diffondendo in Nord Europa. Frutto della capacità del Covid di auto-rigenerarsi mutando e variando possibilità di attacco virale e di difesa dell’organismo e farmacologica. Parte proprio da quel poco che sappiamo e da tutto ciò che ancora non conosciamo, allora, la disamina del professor Galli sulla sorella della Omicron sudafricana.

E, riassumendo e accorpando le informazioni e i dati, spiega: «Non sappiamo molto. E comunque non possiamo ignorarla, va osservata. È ancora una volta la dimostrazione che, come sappiamo, questo virus cambia. In meno di un anno sono emerse la bellezza di tre varianti in grado di sostituirsi l’una con l’altra, avendo grande diffusibilità: la Alfa o inglese, poi l’indiana detta Delta, e poi questa Omicron” segnalata per la prima volta dal Sudafrica. Il problema è sempre lo stesso, però, evidenzia l’esperto: «Finché non vacciniamo a fondo i Paesi più poveri, avremo sempre il rischio di nuove varianti. E ciò accade anche quando in un Paese molto vaccinato, come il nostro, il virus riesce a circolare molto ed infettare molto».

E allora, stando a quanto fin qui dedotto: Omicron 2 sarebbe una variante che «contiene più mutazioni di Omicron e potrebbe essere più violenta e contagiosa». Una minaccia da sventare, su cui in questi giorni ha lanciato l’allarme uno studio pubblicato su Business Standard, secondo cui l’ultima variante del Coronavirus sarebbe nata in India lo scorso dicembre. Per poi diffondersi in Cina. Israele. Danimarca. Australia. Canada e Singapore. Ora questa mutazione è arrivata anche nel Regno Unito. E da lì sta circolando nel Nord dell’Europa. Una «variante preoccupante», e dunque altrettanto in grado di “bucare” il vaccino.




8 pensieri su “La nuova profezia di Bill Gates: “Arriveranno nuove pandemie molto più letali”. Omicron 2 è già qui: potrebbe essere più virulenta”

  1. La credibilità di queste teste d’uovo fatte di solo guscio era già opinabile due anni fa. Dopo gli accadimenti degli ultimi tempi è ulteriormente precipitata, schiantandosi al suolo. Conclusione: perché prestar loro ascolto?

    Certo, anche senza credibilità rimane il potere di coercizione che possono esercitare per via del loro immeritato e pernicioso strapotere, ma tra subire per costrizione e collaborare per convinzione c’è una bella differenza.

  2. Se levasse di mezzo 500 milioni di africani, sarebbe un virus della provvidenza, ma purtroppo sono stati creati artificialmente per sterminare coi vaccini la razza bianca.

I commenti sono chiusi.