ASSALTO ALL’ITALIA: CENTINAIA SBARCANO A LAMPEDUSA O SU NAVI ONG

Condividi!

DRAGHI DEVE RIALZARE LA CURVA DEI CONTAGI IMPORTANDO PIU’ VARIANTE AFRICANA

Dopo giorni di mare molto mosso, e di conseguenti mancate partenze di invasori dalle coste dell’Africa, nelle ultime ore si segnalano due arrivi di barconi a Lampedusa.

VERIFICA LA NOTIZIA

La Geo Barents dei famigerati Medici senza frontiere ha prelevato stamattina un gommone con a bordo 87 clandestinio, tra loro due bambini molto piccoli come scudi umani. Ne mettono sempre almeno uno per barcone, spesso neanche sono figli di chi li porta, li comprano o prelevano durante i viaggi della ‘speranza’.

L’appuntamento della Ong è avvenuto al largo della Libia, tra Tripoli e Zuwara. La grande nave è in zona Sar di competenza libica come d’accordo con gli scafisti.

Il 15 gennaio era partita da Augusta dove aveva sbarcato i clandestini dell’ultimo prelevamento, alla fine dello scorso anno. La nave per il momento resta in zona perché altre imbarcazioni di clandestini avrebbero preso il mare come da contratto.

E lì c’è anche la nave di Casarini:

Mare Jonio, trafficanti umanitari Casarini hanno prelevato altri 208 clandestini in Libia

Tra la notte scorsa e stamattina due barche sono state trainate dalle motovedette della cosiddetta Guardia costiera e della cosiddetta Guardia di finanza a Sud di Lampedusa.




2 pensieri su “ASSALTO ALL’ITALIA: CENTINAIA SBARCANO A LAMPEDUSA O SU NAVI ONG”

  1. Sto imbecille lo vogliono pure come presidente, andasse a fare in culo lui e quanto ne tiene in africa, facesse li , il capo beduino… ma va a cagare va

I commenti sono chiusi.