Crisanti: “40 morti in terapia intensiva. Gli altri 260 dove muoiono?”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA

Andrea Crisanti, microbiologo dell’università di Padova, ha alcuni dubbi. Parlando delle terapie intensive: “Una persona rimane in media in terapia intensiva 20 giorni e ha una probabilità di decesso pari al 50%. Questo significa che ogni 20 giorni muoiono 800 persone in terapia intensiva, il che significa che muoiono 40 persone al giorno. Allora, io voglio porre un problema che, a mio avviso, ha anche una componente etica: dove muoiono le altre 260 persone (media degli ultimi giorni, ndr)? È una cosa che bisognerebbe dire perché i 300 morti non sono giustificati dai posti occupati in terapia intensiva”.

Sommi lo incalza: “Cioè, lei vuole dire che ci sono morti annoverati come morti di Covid che sono al di fuori della terapia intensiva”. E Crisanti: “Certo, la matematica non è un’opinione, si vede in un attimo che è così”.

Questi numeri:

Vaccinati muoiono senza passare dalla terapia intensiva




4 pensieri su “Crisanti: “40 morti in terapia intensiva. Gli altri 260 dove muoiono?””

I commenti sono chiusi.