Burioni ammette: “Questi vaccini non fermeranno il virus”

Condividi!

Il problema di questi ‘vaccini’ è proprio questo. Non fermando il contagio favoriscono l’emergenza di varianti. Quindi il vaccino è un ‘tampone’, non la soluzione alla pandemia. Con questi non vaccini non finirà mai. E mentre salviamo vite di anziani e malati ora, non sappiamo cosa accadrà nel futuro ai giovani. Né cosa accadrà una volta svanito l’effetto della terza dose che già oggi è sceso al 90 per cento dopo due mesi.

“Ognuno di noi la incontrerà. Il vaccino attuale protegge dalla malattia grave”

“Potevamo pensare di liberarci del virus originale. Con la variante Omicron e con il vaccino che abbiamo, questo non è più immaginabile. Omicron continuerà a circolare. Ognuno di noi la incontrerà: la scelta è se farlo da vaccinati o da non vaccinati”. Il professor Roberto Burioni, nell”aula’ di Che tempo che fa, tiene una lezione sulla variante Omicron, ormai padrona della scena anche in Italia.

“Omicron è un nuovo virus, molto diverso dalle varianti precedenti. Con il virus del 2020, un malato infettava 2 persone. Con la variante Delta, un malato infettava 6 persone. Con la variante Omicron siamo al livello di uno dei virus più contagiosi sulla faccia della Terra, un paziente infetta più di 10 persone”, dice il virologo.

“Altre caratteristiche della malattia provocata da Omicron rendono più difficile il controllo e più facile la diffusione. Per esempio, l’incubazione: il virus originale provocava la malattia 6-7 giorni dopo l’infezione. La variante Omicron provoca la malattia dopo 2-3 giorni e questo rende più difficile il tracciamento dei casi. L’altro elemento importante è che Omicron riesce a contagiare in maniera molto più efficace anche le persone vaccinate”, dice.

“E’ vero, chi è vaccinato viene infettato meno, c’è un grado di protezione importante soprattutto con la terza dose. Quando il vaccinato si infetta è meno contagioso, ma la barriera del vaccino è diventata meno efficace” rispetto al contagio. “E’ rimasta molto efficace la capacità del vaccino di bloccare la forma grave della malattia. Gli ultimi dati dell’Iss mostrano una protezione molto superiore al 90%”, con 3 dosi, osserva.

“Potevamo pensare di liberarci del virus originale”, afferma. “Con Omicron e con il vaccino che abbiamo, questo non è più immaginabile. Omicron continuerà a circolare. Ognuno di noi la incontrerà: la scelta è se farlo da vaccinati o da non vaccinati”.




16 pensieri su “Burioni ammette: “Questi vaccini non fermeranno il virus””

  1. Quello che ho potuto constatare però è che i tralicci dell’alta tensione sono ovunque, in posti sperduti accanto a cascine che improvvisamente hanno perso ogni valore ed appeal.

    1. Da quando la tecnologia digitale è entrata nelle nostre vite, sembrano essersi triplicati.
      Tutti i nostri dispositivi sono energivori.

I commenti sono chiusi.