L’ossessione sessuale della sinistra viene fuori anche ricordando Sassoli

Condividi!

Poi dicono che c’è chi li odia anche da morti. Cosa che non approviamo, ma che comprendiamo quando vediamo l’utilizzo che loro fanno dei propri morti.

La brutta vignetta di Repubblica in memoria di Sassoli dimostra che essere oggi di sinistra è una devianza sessuale:

Per loro – cosiddetti intellettuali di sinsitra – l’Europa è una donna bianca che deve essere data in pasto all’invasore africano. Lo dimostrano sempre. Probabilmente è nel loro inconscio patologico della loro sessualità distorta.

Non sorprende che quasi si eccitino per gli stupri di Capodanno in piazza Duomo.




16 pensieri su “L’ossessione sessuale della sinistra viene fuori anche ricordando Sassoli”

  1. Gl’imperialisti del passato sfogavano gl’impulsi omicidi facendo bagni di sangue. Oggi ci sono le bombe atomiche, quindi si uccide versando l’altro liquido impuro.

    Il meticciamento rende irreversibile la condizione di apolide.
    Rende irreversibile quella condizione in cui e per cui gli Ebrei hanno subìto l’annientamento.
    Fino alla prima metà del secolo scorso esisteva il ghetto ebraico. Oggi esiste il ghetto di ne gri, il ghetto bengalese, il ghetto nordafricano, il ghetto cinese, il ghetto sudamericano.
    Appena 70 anni dopo la Shoah, la classe dirigente ci sta facendo precipitare nella stessa condizione in cui e per cui gli Ebrei sono stati annientati.
    L’APOLIDIA È L’ANNIENTAMENTO.

Lascia un commento