Lombardia, ora che ci sono i vaccini vogliono ‘struccare’ i numeri: via da conto Covid ricoverati con altre patologie

Condividi!

Il motivo? Finire in zona rossa coi vaccini sarebbe difficilmente spiegabile al gregge.

Oggi circa cento morti in Lombardia e quasi 50mila contagi. Nonostante questo stadio San Siro semipieno per la Supercoppa, in un tentativo di ripetere Atalanta-Valencia.

Notizia bizzarra:

La Lombardia ha chiesto al ministero della Salute di non conteggiare come ricoveri dovuti al coronavirus i pazienti ospedalizzati per altre patologie e poi risultati positivi. E’ quanto spiega in una nota la Direzione Generale Welfare per “dare una rappresentazione più realistica e oggettiva della pressione sugli ospedali causata dal Covid”. Da venerdì la Regione darà ancora il numero totale dei ricoverati positivi ma “sarà in grado di distinguere all’interno dei ‘ricoveri Covid positivi’, quali ricoveri afferiscono direttamente a una patologia ‘Covid-dipendente’ (polmoniti e gravi insufficienze respiratorie)”.
“Da venerdì 14 gennaio Regione Lombardia sarà in grado di distinguere all’interno dei ‘ricoveri Covid positivi’ dei propri ospedali, quali ricoveri afferiscono direttamente a una patologia ‘Covid-dipendente’ (polmoniti e gravi insufficienze respiratorie) e quali invece si riferiscono a pazienti ospedalizzati per altre patologie e poi riscontrati positivi al tampone pre-ricovero”, si legge nella nota della nota la Direzione Generale Welfare della Regione Lombardia. “Questo – prosegue la nota – è finalizzato a dare una rappresentazione più realistica e oggettiva della pressione sugli ospedali causata dal Covid. Per ora, non avendo ancora ricevuto nuove indicazioni in tal senso dal Ministero come da nostra richiesta, il flusso traferito sarà ancora ‘unico’, privo quindi della distinzione sopra specificata”.

Ma come, fino ad oggi bastava sbucciarsi il dito e poi si veniva ricoverati per covid, proprio ora volete cambiare? Perché? Per dare l’illusione che i vaccini funzionano e così truccare i dati.

Sia chiaro: sarebbero dovuti essere così dall’inizio, ma cambiare ora ha solo l’obiettivo appena descritto.

E poi: visto che chi è positivo non può essere ricoverato in reparti normali, il motivo del ricovero non cambia nulla sulla pressione ospedaliera. E’, semmai, interessante per capire chi muore di cosa. Ma è così dall’inizio, non da ora perché ci sono i vaccini.




6 pensieri su “Lombardia, ora che ci sono i vaccini vogliono ‘struccare’ i numeri: via da conto Covid ricoverati con altre patologie”

  1. graphene, alluminii vari , componenti strane , magnetismi , fosforismi , gente che cade all’improvviso a distanza di 1 anno dal loro avvento nel Regno del Drago Nero c’è gente che ancora ne dubita. boh! fate vobis!

Lascia un commento