Variante africana Omicron è già mutata e ora è ‘invisibile’, sfugge a tamponi: allarme barconi

Condividi!

Già i tamponi rapidi non individuano molti dei casi ‘normali’. E sono quelli che fanno ai clandestini.

Una versione ‘invisibile’ della variante Omicron, che potrebbe sfuggire ai tamponi rapidi. E’ lo scenario delineato dal Guardian sulla base degli elementi raccolti dagli scienziati mentre nel Regno Unito i casi legati alla variante sono passati da 101 a 437.

La versione ‘stealth’ della variante – paragonata al celebre bombardiere invisibile – presenta molte mutazioni che caratterizzano la Omicron standard. Viene però segnalata assenza però di una mutazione specifica che consentirebbe ai tamponi molecolari di individuare i casi quantomeno probabili. Analisi approfondite sul campione consentirebbero comunque di individuare la variante Omicron, che però potrebbe ‘dribblare’ i tamponi e in particolare quelli che forniscono risultati in modo più rapido.

Secondo il Guardian, il discorso attualmente riguarda solo 7 casi certificati: la variante ‘invisibile’ è stata individuata in campioni raccolti in Sudafrica, Australia e Canada, ma potrebbe aver raggiunto una diffusione maggiore. E’ presto, come si legge, per ipotizzare una mappa. Le differenti caratteristiche, però, potrebbero incidere sul comportamento.

La vaccinazione di massa in piena pandemia sta selezionando varianti sempre più sofisticate.




18 pensieri su “Variante africana Omicron è già mutata e ora è ‘invisibile’, sfugge a tamponi: allarme barconi”

I commenti sono chiusi.