Spacciatori comandano a Bologna: “Ti fanno a pezzi e Brumotti” – VIDEO

Condividi!

Ma il problema era Salvini che citofonava a casa degli spacciatori nordafricani, non gli spacciatori minorenni maghrebini. La cosa bizzarra è che si debbano coprire i volti degli spacciatori e modificarne le voci per rispettarne la privacy. Lo Stato italiano è fallito.

E non risolvi questo problema mandando Brumotti in giro, e nemmeno la polizia. Lo risolvi chiudendo le frontiere e abrogando i ricongiungimenti familiari. E’ così che arrivano gli spacciatori e i criminali assoldati dalla criminalità.

Non può tornare come negli anni cinquanta, se non c’è più la gente degli anni cinquanta.




4 pensieri su “Spacciatori comandano a Bologna: “Ti fanno a pezzi e Brumotti” – VIDEO”

  1. Vox ha ragione e comunque se non puoi abrogare i ricongiungimenti familiari, la Dozza, cioè il carcere di Bologna, esiste ancora.

I commenti sono chiusi.