Galli: “A Natale non abbracciate i bambini”

Condividi!

“In famiglia a Natale bisognerà stare molto attenti: quando si incontrano ragazzi in età scolare o bambini più piccoli con i nonni più fragili ed esposti al virus, anche se vaccinati, il rischio aumenta”. Serve prudenza durante le festività, secondo Massimo Galli, che in un’intervista al Mattino sottolinea che “esiste una quota di vaccinati che per varie ragioni non ha risposto adeguatamente al vaccino e che rischia quando il virus circola di più e rischia soprattutto a causa di chi non si è vaccinato”. Secondo l’infettivologo dell’ospedale Sacco di Milano, durante le feste sarebbe opportuno “usare le mascherine finché si può. E a tavola distanziarsi e non impiegare le stesse posate e gli stessi bicchieri. Arieggiare le stanze, evitare di abbracciarsi, controllare con un tampone chi sembra avere anche un solo e semplice raffreddore. Ricordiamoci – sottolinea – che siamo ancora in mezzo a una pandemia e che bisogna stare attenti anche se siamo vaccinati”.




7 pensieri su “Galli: “A Natale non abbracciate i bambini””

    1. In realtà ti aspettavo su questa perchè speravo scrivessi che i bimbi lui è meglio se non li abbraccia altrimenti ce li trasforma in un cocktail molto shakerato.

  1. Di questi tempi bisogna stare attenti ad abbracciare i bambini, perché dall’uno al due ti prendono a sproposito per un maniaco e t’ingabbiano.

    Ci stanno facendo vivere giornate radiose, e di ancor migliori ci attendono fin dal più prossimo futuro.

I commenti sono chiusi.