Anziano chiede di indossare mascherina: duo multietnico gli spacca la testa a bottigliate

Condividi!

Un uomo di 82 anni è ricoverato in prognosi riservata dopo che due ragazzi a cui aveva chiesto di indossare la mascherina in metrò, gli hanno fratturato l’osso frontale della testa con una bottigliata. La terribile aggressione è avvenuta ieri nella stazione Pasteur della linea rossa della metropolitana di Milano, in viale Monza all’angolo con via Pasteur.

VERIFICA LA NOTIZIA

Secondo quanto riferito dalla polizia, intorno alle 7.30 l’anziano era a bordo di un convoglio dove stavano viaggiando anche i due giovani, chiaramente ubriachi e assai molesti. L’uomo li quindi invitati a calmarsi e a mettersi la mascherina come previsto dalle norme anti Covid e per tutta risposta è stato affrontato dal maggiore dei due che dopo averlo insultato lo ha colpito al capo con una pesante bottiglia di vetro che aveva con sé. L’82enne è stato quindi soccorso alla prima fermata, Pasteur appunto, dai sanitari del 118 che lo hanno trasportato in ambulanza in codice giallo all’ospedale Fatebenefratelli dove è tuttora assistito in gravi condizioni.

Sul posto è intervenuto anche l’equipaggio di una Volante della polizia che ha bloccato gli aggressori che nel frattempo erano stati circondati da altri passeggeri che avevano dato l’allarme. Portati in questura, sono risultati essere un 27enne pregiudicato con cittadinanza italiana residente nella provincia di Pavia che è stato arrestato e un 16enne di origine straniera residente in città che è stato denunciato a piede libero, entrambi con l’accusa di lesioni aggravate in concorso.

Come nel caso degli stupri sui treni lombardi, iniziano a spuntare strane coppie multietniche nei crimini. E’ l’effetto delle cittadinanza che stiamo regalando?




4 pensieri su “Anziano chiede di indossare mascherina: duo multietnico gli spacca la testa a bottigliate”

  1. Ad un vecchio di 80 anni?Figli di troia, li avrei gettati sul terzo binario, quello che da’ corrente!!!

    1. Haunebu… dispiace ma ti ricordo che l’anziano è sicuramente uno di quelli favorevoli alla dittatura che stiamo subendo.

I commenti sono chiusi.