Baby gang nordafricane a caccia dei vostri figli: è emergenza

Condividi!

I figli degli immigrati sono la più grande minaccia. Non sono qui per pagarci le pensioni, ma per rubarci il futuro.

VERIFICA LA NOTIZIA

Come spesso accade, le notizie arrivano dai social. Doppia aggressione da parte di baby gang a minorenni. La prima, in Ghiaia, la racconta un padre, spaventato.

“Mercoledì pomeriggio un ragazzino di 16 anni stava aspettando l’autobus nei pressi della Ghiaia quando è stato circondato e aggredito da una banda di giovani nordafricani.

Carabinieri sul posto, ragazzino terrorizzato e un padre preoccupato che deve abbandonare il lavoro per correre da lui.

Da Parma prima in classifica per qualità della vita per ora è tutto”.

La seconda, in Via Bixio. Un giovanissimo è stato aggredito e minacciato da un gruppo di coetanei con un coltello affinché consegnasse i suoi auricolari.

Paghiamo l’obbrobrio dei ricongiungimenti familiari.

Le baby gang islamiche si prendono le città del nord Italia: in un mese identificati 132 minori

Le città del nord stanno cadendo in mano alla marmaglia nordafricana di seconda generazione. Questo non per i barconi, ma per i ricongiungimenti familiari. Che sono una follia: stiamo favorendo l’invasione di giovani maschi afroislamici. E li paghiamo anche con reddito di cittadinanza e assegno unico.




Un pensiero su “Baby gang nordafricane a caccia dei vostri figli: è emergenza”

  1. Si dovrebbe vietare di mandarli in giro a gruppi. Questi avvenimenti sono ormai soventi in tutto l’ occidente. Ospitare nemici in casa, è a dir poco da idioti. Vedo all’ orizzonte, un problema serio da affrontare e spero che i nostri si abituino alla guerriglia. Loro sono già organizzati per questo, mentre i nostri vivono ancora nella bambagia.

I commenti sono chiusi.