Nordafricani a caccia di ragazzini italiani: li spogliano e picchiano, i figli degli immigrati si prendono le città del nord

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
La stretta sui controlli per fermare la violenza dei piccoli immigrati under 18 che da settimane imperversa nel centro di Torino dà pochi frutti. Nella serata di sabato le forze dell’ordine hanno arrestato due ragazzi, di 15 e 16 anni, entrambi di origine marocchina, in corso San Maurizio, angolo via Santa Giulia. I due sono stati fermati poco dopo aver accerchiato, aggredito e rapinato tre minorenni italiani, sottraendo loro vestiti e un portafoglio. Le vittime non hanno riportato lesioni, mentre dopo l’arresto, i due sono stati affidati ai genitori.

L’arresto si colloca nella più ampia operazione di rafforzamento di controlli messi in atto dalle forze dell’ordine per rendere più sicure le vie del Centro, da settimane bersaglio di gruppi di minorenni. Da piazza Castello a via Verdi, fino a via Sant’Ottavio, sono moltissimi gli episodi di violenza riconducibili alle azioni della baby gang, tra rapine e aggressioni.

Dopo alcune indagini, i carabinieri della compagnia San Carlo hanno identificato 32 soggetti, tutti minorenni e per lo più di origine nordafricana. Sono in corso accertamenti per verificare se questi, insieme ai due arrestati, possano far parte della stessa banda che da diverse settimane compie azioni violente nei confronti di molti coetanei.

I figli degli immigrati hanno devastato Torino: “Infiltrati per spaccare tutto”

Le città del nord stanno cadendo in mano alla marmaglia nordafricana di seconda generazione. Questo non per i barconi, ma per i ricongiungimenti familiari. Che sono una follia: stiamo favorendo l’invasione di giovani maschi afroislamici. E li paghiamo anche con reddito di cittadinanza e assegno unico.

Torino, ragazzine prese a bottigliate da baby gang multirazziale – VIDEO

Branco di immigrati figli di delinquenti massacra commerciante: denunciati a piede libero!