Piccoli nomadi circondano donna e la pestano per rapina: finiscono in centro accoglienza

Condividi!

Ancora aggressioni alla Stazione Termini a Roma. Alla fermata della metropolitana i carabinieri hanno arrestato due ragazze di 14 e 15 anni e un 17enne di origini bosniache. I tre sono anche già noti alla giustizia, domiciliati nell’insediamento nomadi di Tivoli sono accusati di rapina impropria. Ecco la ricostruzione di quanto accaduto. Il gruppo, a bordo del treno, ha accerchiato una donna di 64 anni rubandole il portafoglio dalla tasca del giaccone. La vittima però si è subito accorta di quanto accaduto e ha rincorso i tre. Così è riuscita a bloccare il più grande che però, con l’aiuto delle complici, ha continuato a strattonare la donna nel tentativo di guadagnare la fuga, facendola anche cadere a terra.

Una scena che non è passata inosservata. Un carabiniere libero dal servizio ha visto quanto stava accadendo e, con l’aiuto di una guardia giurata in servizio, è intervenuto riuscendo a bloccare i tre e a recuperare il portafoglio, contenente documenti e 200 euro in contanti. I tre arrestati sono stati accompagnati nel Centro di Prima Accoglienza per i minori di via Virginia Agnelli.

Piccoli nomadi circondano donna e la pestano per rapina




Un pensiero su “Piccoli nomadi circondano donna e la pestano per rapina: finiscono in centro accoglienza”

I commenti sono chiusi.