Noto clandestino esige di mostrare il pene in pubblico

Condividi!

Come ha spiegato la deficiente può accadere ovunque.

Ieri mattina gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in piazza Garibaldi sono stati avvicinati da alcune persone che hanno segnalato la presenza di un uomo intento a toccarsi le parti intime in pubblico nei pressi della galleria commerciale.

I poliziotti, grazie alle descrizioni fornite dai passanti, hanno raggiunto in via Alfonso d’Aragona l’uomo che, alla loro vista, ha iniziato a dare in escandescenze inveendo contro gli operatori ma, non senza difficoltà e dopo una colluttazione, è stato bloccato e trovato in possesso di due coltelli a scatto della lunghezza di circa 16 cm.

Mohamed Azzi, 30enne marocchino con precedenti di polizia e irregolare sul territorio nazionale, è stato arrestato per lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale nonché denunciato per atti osceni, porto di armi od oggetti atti ad offendere e per inottemperanza all’ordine di espulsione del Prefetto di Torino emesso lo scorso mese di settembre.

Migrante esige di mostrare il pene in pubblico




6 pensieri su “Noto clandestino esige di mostrare il pene in pubblico”

  1. Lo vada a mostrare a quella troia di sua madre.E magari glielo ficchi pure in quel posto visto che dice pure che è bello.

I commenti sono chiusi.