Montesano invoca lo sciopero dei consumi: “Sistema ha paura”

Condividi!

“Se i disobbedienti sono una sparuta minoranza come possono mettere in crisi la ripresa economica? È una formula propagandistica! Un timore eccessivo, denota seria preoccupazione”. Enrico Montesano commenta così con l’Adnkronos il ‘clamore’ mediatico suscitato dalle sue dichiarazioni di ieri, nelle quali invitava a ridurre i consumi nel periodo natalizio in aperta protesta contro l’adozione da parte del governo di nuove misure restrittive verso i non vaccinati.

“Sono un consumatore ed un utente, posso individualmente ridurre ascolto e consumi? Si! -incalza Montesano- Invito ad una disobbedienza civile individuale. Posso frequentare i negozi di vicinato acquistando il necessario evitando il superfluo? Si! Vivere un Natale frugale come facevano i nostri nonni? Di cosa hanno paura? cosa farfugliano?”.

“Non mi piacciono le sommarietà, le generalizzazioni, io sono per la libera scelta e contrario ai permessi per vivere”, puntualizza l’attore romano. Che osserva: “Io userei altro approccio e altri metodi, come hanno fatto altre nazioni con successo, per contenere il virus e salvaguardare salute, libertà ed economia”. Montesano spiega ancora meglio: “Ora le prefiche del salvataggio della ripresa hanno dimenticato i danni, molti dei quali irreparabili, inferti all’economia con le varie chiusure totali? I vostri lock..come si chiamano, i confinamenti ripetuti e durati mesi? Il danno all’economia è stato già fatto, tanto che ora parlate di ripresa..ma troppo tardi! Molte attività sono, ormai purtroppo, già chiuse!”, conclude.

Probabilmente aveva preso ispirazione dal nostro fight club:

Se il 15 per cento degli italiani anti-green pass sciopera il Sistema crolla

IL Sistema si basa tutto sui consumi. Non esiste più il cittadino, ma il consumatore stordito dal ‘black friday’ che in cambio di un paio di mutande rinuncia ai propri diritti. Dovete consumare, o il sistema crolla.




2 pensieri su “Montesano invoca lo sciopero dei consumi: “Sistema ha paura””

  1. Caro Montesano i consumi inesorabilmente diminuiranno, sarei voluto tornare a Pinzolo per sciare tra Pinzolo e Madonna di Campiglio non andrò, non si potrà più andare a cena fuori ecc ecc…. si va dove si potra’ e da chi ce lo permetterà, non si può andare in un albergo con un nome mostrando il gay pass di mio nonno, se ne accorgono, di conseguenza non solo io non spenderò, ma neppure gli altri elementi della mia famiglia , se ne accorgeranno eccome di come sara’ scarso sto natale, possono sempre vendere le palle dei negri ai ricchioni milanesi!

  2. Taccagno come sono, vivo con gioia il non spendere. Da sempre. Ora di più, e con un ghigno sadico. Sono uno specialista, l’incubo d’ogni commerciante, e conosco tecniche che voi umani fatichereste anche solo a prendere in considerazione.

I commenti sono chiusi.