Crocerossine di Stato vanno a prendere 200 clandestini su ordine dei trafficanti: allarme Omicron ignorato 🤮

Condividi!

In piena emergenza varianti ci traghettano centinaia di sconosciuti provenienti da zone toccate da Omicron. Sconvolgente. Militari untori in cambio dello stipendio garantito.

VERIFICA LA NOTIZIA

E’ stata raggiunta da alcune motovedette della Guardia costiera di Reggio Calabria e da un’unità navale straniera che ne aveva raccolto l’allarme l’imbarcazione con 200 clandestini nel Mare Ionio.

A lanciare l’allarme era stata su Twitter la solita piattaforma Alarm Phone. Noto radiotaxi degli scafisti fondato da un prete trafficante di droga e che serve ai trafficanti a contattare le autorità italiane senza farsi individuare. Un servizietto.

L’intervento, coordinato dalla Prefettura di Reggio Calabria, si presenta difficile a causa delle avverse condizioni meteorologiche che interessano la zona in cui si trova l’imbarcazione. Si sta tentando un trasbordo dei clandestini a bordo delle unità navali di soccorso, ma l’operazione presenta molte difficoltà. Non é escluso che il salvataggio si prolungherà per parecchie ore. Nessuna decisione é stata presa, inoltre, per il momento, sul porto in cui saranno condotti gli invasori.

Ma sarà sicuramente italiano. Noi, comunque, tifiamo per il grande eroe Ionio. Pensaci tu.

Sinceramente: voi della Guardia Costiera siete inqualificabili. Lavorate per la distruzione del vostro Paese, scaricando ogni giorno centinaia di infetti, stupratori, ladri, spacciatori e scrocconi, per la garanzia di uno stipendio. Indegni di definirvi militari.




3 pensieri su “Crocerossine di Stato vanno a prendere 200 clandestini su ordine dei trafficanti: allarme Omicron ignorato 🤮”

I commenti sono chiusi.