Contagio dilaga nel Nordest senza frontiere, Veneto sfonda duemila casi

Condividi!

Covid oggi Italia, il Nord-est sta entrando nel pieno della quarta ondata covid -19. Il Friuli Venezia Giulia supera entrambi i parametri soglia per terapie intensive e ricoveri ordinari e la provincia autonoma di Bolzano è a rischio, con elevati valori di incidenza dei contagi e la quota più bassa (64,3%) di persone che hanno completato il ciclo vaccinale. E’ quanto emerge dalla 75esima puntata dell’Instant Report di Altems, l’Alta Scuola di Economia e Management dei sistemi sanitari dell’Università Cattolica, su Covid-19 in Italia.

“E’ ormai chiaro – sottolinea Americo Cicchetti, direttore di Altems – che sarà un Natale in cui sotto l’albero troveremo non solo regali, ma anche la preoccupazione della quarta ondata dell’epidemia che sta si sta facendo largo in Italia dalla zona Nord-Est del Paese. I nostri indici Altems elaborati negli ultimi mesi per monitorare lo stress del Servizio sanitario nazionale e l’allerta epidemiologica avevano evidenziato già da qualche settimana un lieve, ma costante peggioramento, dovuto in parte a una situazione europea molto preoccupante”.

Veneto e Friuli sono uniti non dai portuali di Trieste, ovviamente, ma dall’avere l’ingresso quotidiano di 300 clandestini dalla rotta balcanica, dove infuria il contagio.

Crescono ancora i contagi in Veneto dove oggi, secondo il bollettino del 25 novembre, si sono registrati 2.066 casi, a fronte dell’effettuazione di 24.888 tamponi molecolari e 97.550 antigenici. Lo riferisce il bollettino con i dati Covid della Regione. Il totale dei positivi da inizio pandemia sale quindi a 507.300, gli attualmente positivi sono invece 25.026. Sono 8 le persone decedute nelle ultime 24 ore a causa del coronavirus, il totale delle vittime sale a 11.930. Salgono i ricoveri in area non critica, dove si passa a 449 pazienti, contro i 431 di ieri, con un incremento di 18 posti letto; aumentano anche i ricoveri nelle terapie intensive, si passa da i 78 pazienti di ieri agli 85 di oggi, con un incremento di 7 posti letto.

Sono 772 i contagi da coronavirus in Friuli Venezia Giulia oggi, 25 novembre 2021, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Registrati altri 4 morti. Nel dettaglio, su 8.856 tamponi molecolari sono stati rilevati 772 nuovi contagi con una percentuale di positività del 8,72%. Sono inoltre 19.189 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 73 casi (0,38%).

Nella giornata odierna si registrano 4 decessi: una donna di 95 anni di Muggia deceduta in casa di riposo, una donna di 92 anni di Trieste deceduta in casa di riposo, un uomo di 87 anni di San Dorligo della Valle deceduto in ospedale e un uomo di 74 anni di San Giorgio di Nogaro deceduto in ospedale. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 28, mentre i pazienti in altri reparti risultano essere 249, come comunica il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.

Nordest a rischio zona gialla: boom di contagi in ingresso lungo rotta balcanica

Giappone ha sconfitto il covid con le frontiere chiuse: variante delta si è ‘suicidata’

I bengalesi di Fincantieri diffondono il contagio nel Nordest: per loro arrivano ‘tamponi rapidi’ a spese vostre




Lascia un commento