Reddito cittadinanza a 400mila immigrati: boom di extra che dichiarano il falso

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
122 sono i cittadini esxtracomunitari che, nell’ultimo anno, hanno percepito indebitamente il redditodi cittadinanza e che sono stati denunciati dalla Polizia di Campobasso.

Molti di loro sono stati denunciati principalmente alle Procure della Repubblica di Campobasso e Larino, ma anche ad altre Procure del territorio nazionale, competenti in base al C.A.F. del luogo di presentazione della domanda e di fruizione del reddito (Arezzo, Bari, Benevento, Cosenza, Napoli, Napoli Nord, Nola, Palmi, Patti, Pisa, Roma, Santa Maria Capua Vetere, Velletri, Torino).

Inoltre, alcuni soggetti dopo aver percepito il sussidio si sono resi irreperibili sul territorio nazionale.

Le indagini condotte dalla Digos hanno permesso di accertare che 103 soggetti hanno falsamente attestato nella domanda per la percezione del sussidio il requisito della residenza decennale in Italia, requisito indispensabile per accedere al beneficio; altri 17, soprattutto cittadini marocchini e albanesi, pur avendo il requisito di residenza, hanno falsamente attestato di essere titolari di permesso di soggiorno di lungo periodo o di permesso di soggiorno e familiari di cittadino europeo, altro presupposto necessario per ottenere il sussidio per i cittadini extracomunitari.

Infine, 2 cittadini marocchini hanno addirittura falsamente dichiarato di essere cittadini italiani. Si saranno sentiti italiani nel corpo di uno straniero.

Il danno erariale ammonta a circa 625.000 euro. L’attività di indagine condotta dal personale della DIGOS ha permesso di evitare ulteriori ammanchi per le finanze pubbliche per le mensilità che i suddetti cittadini avrebbero potuto ulteriormente percepire senza averne diritto.

In particolare tra le nazionalità più ricorrenti tra i denunciati si segnalano 47 cittadini nigeriani, 32 marocchini, 13 somali, 8 maliani, 3 albanesi.

Nell’ambito dell’attività investigativa personale della Digos ha eseguito 3 sequestri preventivi di cui uno emesso dal Gip di Campobasso e due dal Gip del Tribunale di Napoli Nord. In particolare sul conto corrente di un cittadino nigeriano aperto presso l’Ufficio postale di Bojano, su disposizione del giudice di Campobasso, è stata sequestrata la somma di 2.300 euro, pari all’ammontare di quanto illegittimamente percepito a titolo di reddito di cittadinanza.

L’attività svolta dalla DIGOS, con il contributo dell’Ufficio Immigrazione della Questura, evidenzia l’impegno in prima linea della Polizia di Stato nel perseguire coloro che accedono indebitamente a prestazioni assistenziali erogate dallo Stato, sottraendo importanti risorse economiche.

Il problema nasce perché grazie al Pd non serve altro che l’autocertificazione. I controlli vengono dopo.

I rom se la spassano col reddito di cittadinanza – VIDEO

E come loro migliaia di immigrati:

Ma la cosa assurda è che possano prendere regolarmente un reddito di cittadinanza dei non cittadini:

Paghiamo il reddito di cittadinanza a 400mila immigrati e rom

MIGLIAIA IMMIGRATI HANNO RUBATO IL REDDITO DI CITTADINANZA: ANCHE PER FINANZIARE LO SPACCIO DI DROGA

Immigrati prendono il reddito di cittadinanza e poi ci deridono:”questi coglioni accettano pure”

Non solo reddito: gli immigrati si sono fregati anche i sussidi durante il lockdown – VIDEO




Lascia un commento