Migrante le stacca il naso a morsi perché non si lascia stuprare

Condividi!

‘Di origini’, come se fossero formaggini.

Tenta di abusare sessualmente dell’ex moglie, una quarantaduenne. La donna prova, e anche ripetutamente, ad opporsi e l’uomo – un operaio quarantaquattrenne, di origini romene – con un morso le strappa la punta del naso. La quarantaduenne, pure lei di origini romene, ma da tempo residente a Favara, è finita al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento dove i medici hanno diagnosticato la “mutilazione della punta del naso” e l’hanno ricoverata in prognosi riservata. Non è in pericolo di vita, ma rischia – e concretamente – di restare sfregiata a vita.

E’ nel pomeriggio di sabato che i carabinieri della tenenza di Favara, coordinati dal comando compagnia di Agrigento, sono intervenuti nell’abitazione di quella che un tempo era stata una coppia e hanno arrestato, in flagranza di reato, il quarantaquattrenne. L’uomo – una volta informata la Procura della Repubblica della città dei Templi – è stato indagato per le ipotesi di reato di tentata violenza sessuale e lesioni personali gravissime.

Il riserbo dei militari dell’Arma della locale tenenza sul terribile episodio verificatosi a Favara è più che massimo. Gli investigatori starebbero infatti cercando di accertare e ricostruire se, anche in passato, vi sono stati o meno eventuali tentativi – mai denunciati – di violenza sessuale.

Non si lascia stuprare e allora l’immigrato le stacca il naso a morsi




2 pensieri su “Migrante le stacca il naso a morsi perché non si lascia stuprare”

Lascia un commento