Prete Caritas sfinito: “Troppi sbarchi, non sappiamo più dove metterli”

Condividi!

Ne sono sbarcati oltre mille in tre giorni a Roccella Jonica, in Calabria. Nessuno ne parla.

Ovviamente, la loro soluzione del cazzo, perché nel loro caso sempre di cazzo si tratta, è più soldi dai contribuenti per accogliere i clandestini, mica non farli sbarcare.




9 pensieri su “Prete Caritas sfinito: “Troppi sbarchi, non sappiamo più dove metterli””

  1. Ma… questi cazzo di preti, io mi domando, proselitismo non ne fanno più? Hai una folla di non credenti a disposizione e non li bastoni sulla pianta dei piedi fino a che non sanno il “Credo” a memoria?
    Ma dove sono finiti i preti di una volta…

    Allo rogo l’eretico e a fil di spada i miscredenti.

  2. A proposito di eretici, domenica prossima sarà la serata del bimbo eretico a domicilio. Quest’anno pensavo di servirgli “fritto di jeans” e “bibita alla sugna”. Nella prossima settimana cercherò altre perle culinarie da offrire ai piccoli eretici. Si accettano suggerimenti, tenendo presente che non dobbiamo avvelenarli.

  3. Considerato che virtualmente dovrebbe valere per gli invasori:
    Bon Bon al cioccolato ripieni di qualcosa che assomiglia al nome del secondo finto senegalese…….
    ……e poi la classica zucca ad orologeria…..

    …..ma ripeto, io eseguo solo gli ordini…..non prendo iniziative personali…..

Lascia un commento