L’ultima italiana in classe: “Mia figlia discriminata perché cristiana” – VIDEO

Condividi!

Cosa capita quando diventi minoranza nel tuo Paese? Che tua figlia finisce in una classe con 18 figli di immigrati:

Scuola: classe con 18 stranieri e 1 bimbo italiano

“Erano tutti di razze diverse rumeni, marocchini, turchi, filippini, cinesi, portoricani. Lei era l’unica italiana e veniva emarginata dagli altri bambini”.

VERIFICA LA NOTIZIA

E “alla fine veniva esclusa dagli altri bambini, perché quando faceva ricreazione lei era l’unica che si doveva integrare in mezzo agli altri bambini stranieri. Alla fine noi viviamo in Italia…”. Così una mamma si scusava con la molestatrice di Rai3 che le chiedeva conto del ritiro della figlia dalla scuola senza italiani.

“Il mio problema non sono i bambini – spiegava la donna – perché tutti i bambini sono uguali. Il problema sono i genitori e come li educano. Mia figlia aveva invitato molti bambini a casa per fare i compiti insieme, solo che è sempre stato un ‘no’ continuo perché lei non era della loro stessa religione. Come noi da piccoli abbiamo fatto i compiti con altri compagni di scuola a lei le era proibito perché non era della stessa religione, ma era di religione cattolica”.

Fidati, anche i bambini sono un problema. Perché poi crescono. Come Jihadi John.

“Era ghettizzata?”, chiedeva la conduttrice. “Esatto, gli unici amici che poteva farsi erano quelli del catechismo”.

Poteva capitarle di peggio. Come alle bambine inglesi vittime della ‘mattanza di Rotherham’.

Violentate da membri delle bande di immigrati pakistani che hanno seminato per anni il terrore a Rotherham e nel resto dell’Inghilterra.

Uno di loro, Sageer Hussain, 30 anni portati malissimo, si vantava apertamente di essere islamico razzista e disse alla sua vittima di 13 anni che “tutte le ragazze bianche sono buone per il sesso e sono puttane”. Quello che è successo a Rotherham negli ultimi anni è qualcosa di mostruoso: non solo per gli oltre 1.400 stupri ad opera di 300 immigrati pakistani, ma anche per le connivenze dei servizi sociali e della polizia, che non hanno agito, altrimenti sarebbero stati accusati di ‘razzismo’.

Tutti hanno stuprato ragazzine e bambine bianche, la maggior parte in situazioni di fragilità familiare e affidate ai servizi sociali. Tutte abituate a vivere in quartieri multietnici da dove le loro famiglie povere non erano riuscite a “fuggire”.

Quando trovò la forza di denunciare gli stupri, una delle vittime, che allora aveva 12/13 anni e oggi ne ha 30, non venne creduta, e la South Yorkshire Police, giorni dopo la denuncia ‘perse’ i vestiti che indossava durante una delle violenze.

L’integrazione è un crimine contro il futuro.




4 pensieri su “L’ultima italiana in classe: “Mia figlia discriminata perché cristiana” – VIDEO”

  1. L’immigrazione di massa è un crimine. Va fermata.
    Hanno voluto l’indipendenza, continuano a piagnucolare contro i paesi colonialisti che gli ha dato quella poca civiltà ed infrastrutture che hanno, ora se la godano nei loro amplissimi territori e lasciano a noi i nostri.
    Già solo sentire alla tv un ‘britannico’ di origine somala fa venire il voltastomaco, ma sentire un ministro degli interni, britannico, di origine pachistana fa proprio paura.

    1. Questa è la chiara e pratica dimostrazione di come la sostituzione etnica dei popoli di razza bianca dell’Europa è un processo pianificato decenni or sono e pilotato dall’alto. E’ evidente che il Piano Kalergi esiste e che non si tratta di un’invenzione di qualche mente psicolabile complottara, come gli allineati al Sistema vogliono fare intendere. C’è e si vede, la smettano di prenderci per i fondelli.

      Pianificata è anche la decrescita demografica dei popoli di razza bianca, altrimenti non si capisce perchè in Europa hanno fatto scoppiare due guerre mondiali, la spagnola e infine diffuso nella nostre società il marxismo culturale della Scuola di Francoforte col Sessantotto, che infettato i nostri popoli con il nichilismo ed il relativismo etico-morale, ed infine il Femminismo. Sessantotto e Femminismo sono infatti le due principali cause della bassa fecondità dei popoli autoctoni d’Europa, sfruttata da queste classi dirigenti criminali per attuare un’immigrazione massiccia e sostitutiva di elementi provenienti da Africa e Asia, come previsto dal Piano Kalergi.

      C’è un progetto di genocidio della razza bianca, che è stato creato dagli ebrei talmudici razzisti e suprematisti, e che purtroppo oggi con la creazione di una falsa pandemia e l’imposizione di sieri genici sperimentali alle popolazioni rischia di accelerare. Personalmente prevedo che tra una decennio un buon 40% della popolazione attuale verrà sterminata e rimpiazzata principalmente dai ne(g)ri.

      1. “Personalmente prevedo che tra una decennio un buon 40% della popolazione attuale verrà sterminata e rimpiazzata principalmente dai ne(g)ri.”

        Se le cose staranno cosi, sarebbe meglio crearsi delle enclavi di bianchi.
        Perché la convivenza sarebbe un inferno.
        Non avranno nessun riguardo dei bambini bianchi. Magari le autorità ci nasconderanno anche di violenze sessuali su bambini bianchi.

        1. Io spero di non azzeccare la previsione, ma se al contrario verrà azzeccata (chi vivrà, vedrà), saremo per forza costretti a vivere nelle riserve. E tutto questo perché la maggioranza di noi bianchi ha scelto il suicidio facendosi iniettare nelle vene un siero genico sperimentale a base di ossido di grafene, DNA di scimpanzé e feti umani abortiti. Scelta dettata da un’errata concezione della libertà personale, anche se nel mezzo purtroppo ci sono coloro che non volevano farsi punturare e che sono stati costretti perché ricattati dai loro datori di lavoro. I giovani soprattutto si sono vaccinati per avere il Green Pass in modo che possono viaggiare e fare la movida, come se fossero le cose più importanti della vita.

Lascia un commento