Firenze, branco spezza le dita a poliziotta mentre il sindaco è in gita a Roma con la CGIL

Condividi!

Mentre il sindaco della città Nardella si apprestava a partecipare alla marcetta della CGIL a Roma, a Firenze branchi di giovani, di non specificata nazionalità, massacravano poliziotti spezzando le dita ad un’agente.

VERIFICA LA NOTIZIA

In branco giovani e giovanissimi per evitare i controlli prendono a botte i poliziotti delle volanti per poi fuggire. Due gli agenti rimasti feriti: una poliziotta che ha riportato la frattura di un dito e ha ricevuto una prognosi di 25 giorni al pronto soccorso, e un suo collega che ha subito un trauma cranico e varie contusioni giudicate guaribili in 5 giorni.

L’episodio di violenza è avvenuto la notte scorsa. Bloccati e identificati un 17enne, denunciato per resistenza alla procura dei minori e poi riaffidato ai genitori, e un 24enne che come l’altro ha fatto resistenza agli agenti che lo volevano identificare. Era circa mezzanotte quando il 113 ha attivato il controllo di polizia per un allarme scattato in un negozio in via de’ Pucci, vicino al Duomo. Lì le volanti hanno trovato un gruppo inizialmente di una decina di giovani, anche minorenni, poi via via divenuti circa 20.

Secondo le prime ricostruzioni, l’allarme del negozio era scattato per via di un calcio tirato alla vetrina da un giovane appena uscito con gli amici da un locale nei paraggi in un momento di rabbia. Gli agenti hanno iniziato a identificare i giovani ma uno di loro, il 17enne poi denunciato, ha tentato di allontanarsi: quando un poliziotto lo ha avvicinato ha opposto resistenza.

Nel frattempo sono accorsi altri giovani dalla via vicina, che hanno ostacolato l’operazione di accertamento della polizia. Dalla questura sono stati inviati rinforzi. Frattanto c’era chi ha scalciato, chi ha colpito i poliziotti. Alla fine tranne i due giovani bloccati, gli altri sono scappati. Con le telecamere della strada e le testimonianze, anche dei passanti, la questura sta procedendo all’identificazione di tutto il gruppo.

Due passanti durante quei momenti concitati si sono fermati per dare manforte agli agenti, cercando di convincere i ragazzi a dare i documenti e a calmarsi. Le pattuglie erano tutte in uniforme, quindi riconoscibili.




3 pensieri su “Firenze, branco spezza le dita a poliziotta mentre il sindaco è in gita a Roma con la CGIL”

Lascia un commento