RIVOLTA DILAGA, GOVERNO DICHIARA SCIOPERO PORTUALI ILLEGALE: “ALLORA BLOCCO AD OLTRANZA”

Condividi!

Il governo dichiara lo sciopero dei portuali di Trieste ‘illegale’

Come ogni esercito, bisogna scegliere il luogo più adatto alla battaglia. Tutti a Trieste. Per molti la questione è il ‘green pass’, per quelli come noi è molto di più. C’è una Patria da riprendersi. A Trieste!




11 pensieri su “RIVOLTA DILAGA, GOVERNO DICHIARA SCIOPERO PORTUALI ILLEGALE: “ALLORA BLOCCO AD OLTRANZA””

  1. Abbattere il Green Pass e far cessare le inoculazioni di siero genico sperimentale, che purtroppo sono riprese. Io credo che il Governo Draghi stia preparando una brutta sorpresa per noi: una legge che impone l’obbligo vaccinale.

    1. Stavo giusto guardando un video con intervista a Dragoni, in cui quest’ultimo afferma che a Grisù non rimane che l’obbligo punturina per uscire da questa situazione. Non so come potrebbe andare a finire, dato che si tratta comunque di siero sperimentale e autorizzato solo in via condizionale in mancanza di cure che, purtroppo per loro, esistono anche se fanno gli gnorri.

      Comunque stanno di nuovo mettendo zizzania tra gli italiani. Il generalissimo Sonny ha dichiarato che fino a quando esisteranno otto milioni di non punturati non si potranno togliere le mascherine. Senza, ovviamente, tenere conto del fatto acclarato che dopo tre mesi i punturati sono infettivi esattamente quanto i non punturati e nel frattempo sono meno infettivi solo del 50%. Ad ogni modo, adesso i cretini, già convinti che il tampone gratuito sia uno schiaffo ai punturati (come se fossero stati i non punturati a obbligarli), avranno un altro motivo per odiare chi non si è sottomesso.

      Finirà male. Molto, molto, male.

  2. In bocca al lupo a tutti. Se andate in piazza state attenti e state uniti al vostro gruppo. Dalle scene che ho visto lo scorso fine settimana direi che è rispuntato un po’ del vecchio repertorio “celere”. Se continuano a servire le stesse portate in ordine è possibile che a breve caricheranno una manifestazione durante il concentramento. Sceglieranno uno dei posti più angusti a loro disposizione, circonderanno i manifestanti che si stanno assembrando e inizieranno a battere sugli scudi con gli sfollagente, assestando poi la carica esattamente come la scorsa settimana contro gente a mani alzate.
    Non state a prenderle a mani alzate. Portate una bandiera. Fosse anche della coldiretti. Con una lunga e solida asta. Quando loro iniziano a battere sullo scudo voi battete l’asta sull’asfalto. E speriamo che ci siano tante bandiere della coldiretti.
    In bocca al lupo.

    1. Cosa vuoi che potrebbero fare 200 servi contro 200k persone? Tolti quelli che si stanno ribellando alla servitù e che sicuramente si metteranno persino contro i loro ex colleghi, avendo capito la verità.

    2. Le aste si potrebbero piantare a terra, pronte a ricevere la carica sulle prime due file e ‘sporgerle’ dalle file retrostanti. Ci vogliono TANTE bandiere però.

      1. Obiettivamente, è impossibile farlo bene la prima volta che ci si prova. Certo che se però diventa il divertimento popolare del fine settimana ci sarà il tempo di allenarsi.

        Nel frattempo, se volessimo fare una colletta e fare una figura migliore dei Serenissimi col Tanko, ho trovato una svendita di residuati bellici cecoslovacchi. Hanno anche le katiusce.

        exarmyvehicles(punto)com/offer/wheeled-vehicles/armoured-vehicles/armoured-personnel-carrier-ot-64-skot

    3. chi ha fatto il militare sà come battere il passo. Immaginate 50mila persone che battono il passo tutte assieme…. 50Nx50mila fanno 2.5milioni di Newton, è un onda sismica non indifferente …

      1. Io del militare ho dei ricordi incredibili. Un’esperienza antropologica affascinante. Ripartirei domani, consiglierei a tutti i ventenni di farlo e tornerei anche una quindicina di giorni tutte le estati. Ovviamente quando ero in caserma progettavo di farla esplodere. Ma sono dettagli.

Lascia un commento