Non sono risorse: 1 immigrato su 4 vive di sussidi pubblici (1,5 milioni di scrocconi)

Condividi!

Possiamo sintetizzare: la metà degli immigrati in Italia non lavora, e uno su quattro viene mantenuto con sussidi pubblici. Parliamo di quasi 1,5 milioni di individui. Sono risorse? Per la Caritas.

VERIFICA LA NOTIZIA

I cittadini stranieri sono più esposti alla povertà. Se negli anni pre-pandemia la povertà assoluta nelle famiglie di soli stranieri si attestava al 24,4% (quasi un nucleo su quattro, secondo i parametri Istat, non arrivava a un livello di vita dignitoso), con il Covid-19 la situazione è peggiorata: oggi risulta povera in termini assoluti più di una famiglia su quattro (il 26,7%), a fronte di un’incidenza del 6% registrata tra le famiglie di italiani.

In un anno, l’incidenza è salita del +2,3%, portando il numero di famiglie straniere povere a 568mila. E’ quanto emerge dal Rapporto Immigrazione 2021 di Caritas e Migrantes.

Il Covid ha causato anche la perdita di molti posti di lavoro per la popolazione straniera.




2 pensieri su “Non sono risorse: 1 immigrato su 4 vive di sussidi pubblici (1,5 milioni di scrocconi)”

Lascia un commento