Musulmano stupra la figlia minorenne a Foggia: è la sharia

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Era stato arrestato a Firenze dopo essersi allontanato dalla casa a Foggia: su di lui pendeva l’accusa di aver picchiato e violentato la figlia minorenne. Si tratta di un 46enne marocchino, da anni residente nella provincia pugliese. L’arresto è stato eseguito su ordinanza del Gip di Foggia con l’accusa di violenza sessuale e maltrattamenti contro i famigliari.

La figlia aveva sporto denuncia. Da lì la fuga del quarantenne, conclusasi in Toscana. Da tempo la giovane veniva picchiata, anche con la cinta dei pantaloni. Le violenze sessuali si erano consumate dal 2019 fino a settembre scorso.




6 pensieri su “Musulmano stupra la figlia minorenne a Foggia: è la sharia”

  1. E chi se ne frega….. oggi si e’ visto la culona marocchina mussulmerda di striscia che invitava i suoi pari a buttare la ciabatta contro il talebano, e molti di loro si rifiutavano dicendo che il talebano ha ragione, sta cretina corrotta intellettualmente non ha ancora capito che non deve tirare ciabatte, ma deve buttare nel cesso il cor ano e tutto l islam, solo così potrà dirsi veramente emancipata, e’ solo una povera cretina, se la ficcasse nel fondoschiena la sua religione di pace che sforna talebani, e se ne tornasse in Marocco e di corsa

  2. Di fronte a questi fatti, mi interessa ben poco della razza e dell’appartenenza religiosa della vittima e del suo carnefice. Un padre che commette violenza sessuale sulla figlia, un nonno o uno zio su una nipote o su un nipote, merita la pena di morte.

Lascia un commento