Militari senza green pass cacciati da alloggi, si uniscono ai portuali di Trieste: “E’ tempo di rivolta contro il governo”

Condividi!

La rivolta si infiamma:

L’errore del governo è che ha di fatto creato un esercito di oltre 20mila uomini armati – tra poliziotti e militari – senza green pass. Se questi vanno alla CGIL, la scampagnata di Castellino sembrerà una gitarella.

Ah, se solo Salvini non fosse entrato nel governo, domani avrebbe potuto marciare su Roma alla testa di centomila uomini incazzati.




4 pensieri su “Militari senza green pass cacciati da alloggi, si uniscono ai portuali di Trieste: “E’ tempo di rivolta contro il governo””

Lascia un commento