Pd: “No a tamponi gratuiti per i lavoratori, devono pagare”, CGIL che dice?

Condividi!

Il regime sta reagendo come ogni estremista vorrebbe che reagisse. Non ci stanno capendo nulla.




3 pensieri su “Pd: “No a tamponi gratuiti per i lavoratori, devono pagare”, CGIL che dice?”

  1. Ho visto ieri e avantieri il coglione col baffetto che scrive per il corsaro della sera e poi l’altro stronzone, quel grassone dimmerda con quei 4 peli in faccia, “direttore” di una “testata garantista”, rompere il cazzo da Porro o dalla tizia di rete4 con la mascella “leggermente” prominente (quella che sculetta tutta convinta quando si gira di spalle)…
    “i novax vanno costretti a vaccinarsi, hanno paura di farsi la punturina”, dice il primo coglione!
    Pppure “m,a vuoi far fare 30 milioni di tamponi ogni giorno?”, rdice il secondo coglione, rivolto a Meluzzi…
    1) La paura ce l’avete voi sorci vaccinari dimmerda: che vi siete fatti iniettare non si sa cosa nel terrore di un virus a bassa infettività, firmando pure la liberatoria!
    2) Che c’è, vi fanno schifo i soldi a voi liberisti “garantisti”? Ammesso che fossero pure la metà di quei maledetti 15 euro a botta, sai quanti soldi fanno al giorno? COGLIONE!

    Tolto ciò, il tamponato è più sicuro: chi assicura che il “vaccinato” non si sia infettato nuovamente, visto che non fa il tampone?
    Ma la berità è che le vostre sono tutte scuse!
    A voi servi interessa soltanto CHE TUTTI SIANO OBBLIGATORIAMENTE INFETTATI CON IL LIQUAME AL GRAFENE! Tutta la gente NORMALE, mica voi, che vi siete fatti fare la fisiologica!
    BASTARDI! DOVETE BUTTARE SANGUE! Ma la vostra fine è vicina! Oh se è vicina! Nessuno vi salverà!

Lascia un commento