Governo ha paura, prova a comprare i portuali coi tamponi gratis, avances respinte: “Dovete abolire il green pass”

Condividi!

Monta la protesta dei portuali e il Viminale fa un passo indietro, raccomandando di mettere a disposizione di questa categoria test gratuiti. Ma questa differenza di trattamento irrita i sindacati. Salvini: “E per gli altri?”

Fa paura la dura presa di posizione dei portuali, in particolar modo quella dei lavoratori triestini, tanto che ora il Viminale comincia a prendere in considerazione l’idea dei tamponi gratuiti, ma solo per questa categoria: proposta indecente respinta.

Il governo prova a comprare i portuali di Trieste con i ‘tamponi gratis’, solo a loro, non agli altri lavoratori. I giornali parlano di ‘compromesso’, ma il comunicato dei lavoratori portuali smentisce tutto:

Cercano di dividere la protesta. Da manuale.

Poi si chiedono perché i lavoratori ‘fascisti’ assaltano la Cgil. Dov’è Landini? Eccolo:




17 pensieri su “Governo ha paura, prova a comprare i portuali coi tamponi gratis, avances respinte: “Dovete abolire il green pass””

  1. In previsione del prossimo fine settimana (e di quelli a seguire), anche se avevo scritto che non avrei più pubblicato “suggerimenti di chimica da supermercato”, avrei giusto un paio di indicazioni che eventualmente potrebbero tornare utili. Anche in futuro, non si sa mai.
    La sostanza di cui parleremo stasera è il Magnesio. Si tratta di uno degli elementi di più facile reperibilità sul pianeta, non ricordo di preciso la posizione in classifica ma è fra i dieci più comuni.
    Si tratta di un “metallo” e lo possiamo trovare in svariate fogge e forme, dagli acciarini da campeggio agli integratori alimentari passando per le leghe con cui sono fatti i motori delle automobili.
    A noi interessa nella sua forma pura, possibilmente in polvere. Non è di così facile reperibilità ma è in libera vendita, se vi spacciate per un amante degli apparecchi fotografici d’antiquariato scoprirete una via di approvvigionamento.

    Perchè il Magnesio, si chiederà a questo punto il gentile pubblico a casa? Perchè, senza complicati magheggi, è in grado di produrre un’onda d’urto “high order” paragonabile ad un esplosivo militare.
    Se steso in “striscie” è facilissimo accenderlo con un fiammifero. Se aggiungete acqua ad un “fuoco di magnesio” la reazione produrra idrogeno che a sua volta si incendierà e molto probabilmente esploderà a causa della temperatura aggiungendo risate al divertimento.
    A voi combinare tutte queste fantastiche caratteristiche in modo da metterle a frutto senza accecarvi e farvi saltare il naso e tutte le dita, comprese quelle dei piedi.
    Difficoltà una stella, cautela necessaria 5 stelle e una cometa.

    Suggerimento di utilizzo – Palla da tennis “Manhattan project”
    Utilizzando una palla da tennis come scafandro esterno, una “bomba d’acqua” di quelle piccine come corpo centrale, alcune capocchie di svedesi come innesco e pochi grammi di magnesio al punto giusto è possibile costruire una granata stordente tipo “flashbang”. Questi oggetti non vanno mai portati in tasca ma sempre in un contenitore apposito ed impermeabile. E sì, ho conosciuto un paio di fenomeni che si sono dati fuoco alle palle mettendosi in tasca cose sottratte in laboratorio. Uno è addirittura andato in bagno e ci ha messo sopra l’acqua.
    Studiate, va’…

    1. interessante, ma che ne pensi di reazioni acido-base? la soda caustica si trova dal ferramenta, e l’acido cloridrico al supermercato. Se volete acido al 100% potete rivolgervi nei negozi di edilizia, vel vendono fumante. Non ho mai provato l’effetto che fà gettare delle scaglie di NaOH in cloridrico, ma domani faccio un prova.
      Anche molto interessante è l’acido solforico, quando è puro reagisce esotermicamente con l’acqua in modo piuttosto vivace, tuttavia è più difficile da procurarsi. Infine l’acido del giorno dopo è per eccellenza il fluoridrico. Non fà un granchè al momento del contatto, semplicemente pentra i tessuti molli, ma quando arriva alle ossa badabum! le scioglie. Bastano traccie per rovinare una persona. Peccato che sia anch’esso difficile da reperire.

      1. NaOH + cloridrico è molto deludente, reagiscono “1 a 1” e non si forma nemmeno il sale di risulta. Si tratta di una reazione “famosa” in qualche modo perchè è quella che non avviene mettendo il sale nell’acqua per la pasta: gli elementi sono gli stessi.
        Se ti serve dell’acido solforico, la maggior parte dei correttori di acidità per piscine sono esattamente quello. Altrimenti ci sono dei disgorganti professionali che sono concentrati al 50%.

        Per i più piccini, ricordate che il bicarbonato di sodio è il miglior amico del pasticciere e dell’anarchico che traffica con gli acidi.

        1. Se vi chiedete come ho iniziato con gli “intrugli”, il padre di un mio conoscente produceva dei cristalli artificiali con il verderame della vigna poi li incollava a delle pietre e li vendeva alla fiera del paese come “minerali artificiali”.
          Dopo la semplice domanda del bimbo “che bello, come si fa?” è stato un attimo passare dal verderame al carburo per far esplodere i bidoni.
          Ah, le cattive compagnie…

          1. un interessante incidente che mi è capitato fù quando misi una paglia di rame in HCl +H2O2, fortemente esotermica anche se in pò lenta a partire…. Anche interessante versare acqua ossigenata al 30% sulla cenere…

      1. Focalizzano l’attenzione solo sull’assalto alla sede della CGIL. Che come hanno fatto intendere le immagini mandate in onda questa sera a “Fuori dal Coro”, è una “false flag” progettata per creare problemi alla manifestazione anti-Green Pass di sabato scorso.

Lascia un commento