Poliziotti scrivono a Vox: “Dopo il 15 ottobre sarà il caos, Lamorgese responsabile”

Condividi!

Green pass, Fsp Polizia scrive a Vox: “Incontro flop con i vertici del Dipartimento e il ministro latita. Mancano le linee guida, non si è pronti per il 15, sarà caos”

“E’ desolante dover constatare, ancora una volta, quella che riteniamo un’assoluta, totale mancanza di rispetto che il ministro dell’Interno Lamorgese riserva alle rappresentanze sindacali, e quindi a donne e uomini della Polizia di Stato, anche di fronte a questioni che sono tutte politiche e che vengono, così, bellamente scaricate sulle spalle delle amministrazioni e dei Sindacati, messi di fronte a prese di posizione a volte totalmente svincolate dalla realtà. Anche di fronte a questioni urgenti, che stanno mettendo sottosopra l’intero Paese, come i problemi legati al green pass. Oggi si è tenuta in proposito una riunione con i vertici del Dipartimento e noi avevamo chiesto con urgenza, fin dal 24 settembre, che la Ministra fosse presente, per corrispondere a questioni politiche oltre che tecnico operative fondamentali, ma niente. Lei non ci ha degnati della sua presenza, neppure prevista e poi negata e neppure ci ha fatto pervenire alcuna risposta. L’incontro, peraltro, si è interrotto con un nulla di fatto perché ancora non ci sono neppure le linee guida necessarie per affrontare la situazione da quando, giorno 15, entrerà in vigore il provvedimento che obbliga ad avere il green pass per andare a lavoro. Non si è pronti, emergono più dubbi che certezze, e il sistema sicurezza è troppo complesso perché si possa improvvisare in tema di turni, servizi, di presenze, di migliaia di ore di lavoro straordinario emergente ecc. Stando così le cose, non è difficile prevedere il caos”.

Così Valter Mazzetti, Segretario generale Fsp Polizia, nel giorno in cui la riunione con i vertici del Dipartimento di Ps in tema di green pass obbligatorio è stata interrotta a causa della mancanza delle linee guida in materia.

“Senza voler entrare nel merito della questione – aggiunge Mazzetti -, non possiamo non registrare come, in mancanza di obbligatorietà, la scelta sul tema è lasciata alla volontà dei singoli, ma è evidente che oggi per la nostra Amministrazione mettere in pratica la decisione politica sul green pass è pressoché improbabile. Basti pensare solo che la nostra organizzazione del lavoro, talmente variegato e complesso, con migliaia di ore di servizio straordinario emergente ed obbligatorio giornaliero non si può conciliare con i tempi stringenti della validità del green pass. Nel lavoro di un poliziotto spesso si sa quando si inizia e non si sa quando si finisce, e un servizio può protrarsi per sei, dieci, diciotto ore consecutive, e se nel frattempo scade il green pass che si fa? E se un poliziotto, pur adottando la massima diligenza, trovasse le farmacie intasate e non riuscisse a fare il tampone o ad avere i risultati in tempo utile che si fa? Sono solo semplici ma ovvi esempi di come tutta questa cosa, oggi, non può funzionare. E’ necessario attivare convenzioni e autonomizzare l’amministrazione; è necessario garantire un green pass a condizioni semplici e agevolate finalizzato al solo lavoro. Nel rispetto di tutti, compresa la stragrande maggioranza dei poliziotti che si è sottoposto a vaccino e che oggi non può e non deve essere chiamata a sopperire ad eventuali probabili disfunzioni organizzative e politiche; sono necessarie tante cose, a cominciare dal rinvio dell’entrata in vigore del relativo decreto legge, perché il sistema sicurezza, in assenza di certezze, non è pronto. E con la sicurezza non si scherza”.




15 pensieri su “Poliziotti scrivono a Vox: “Dopo il 15 ottobre sarà il caos, Lamorgese responsabile””

  1. Ogni volta che vado a fare la spesa mi deprimo… vedo donne magrebine col burqa fare la spesa coi loro mariti delle LORO nazioni, vedo i bengalesi e pakistani fare la spesa con le loro mogli delle LORO nazioni, vedo i cinesi fare la spesa insieme a cinesi come LORO, vedo i neri fare la spesa con i neri come LORO, ma poi mi deprimo quando vedo gli italiani… gli uomini italiani sempre soli quando fanno la spesa, e le donne italiane o da sole o in campagnia di uomini stranieri soprattutto NERI e ovviamente insieme a loro i bambini meticci. E il conto alla cassa lo paga sempre la donna italiana… invece quando vedo quelle poche coppie italiane il conto alla cassa lo paga sempre l’uomo italiano ovviamente… so che ciò che ho detto non interessa a nessuno nella vita reale, però a me sinceramente queste scene danno fastidio.

    1. A me danno moltissimo fastidio. E condivido anche il rammarico fa te espresso. Non è normale tutto ciò, ma lo si vuol spacciare a tutti i costi come tale.

      Non è accettabile questa frequenza di coppie miste ne(g)ro-bianca. Che diventa sempre più alta. Bisogna combattere questo fenomeno e invece i maschi bianchi tollerano la cosa tranquillamente.

      1. Tutte le altre razze prolificano fra di loro e stanno insieme… come si è visto dal racconto che ho fatto io sul supermercato, eccetto i bianchi! Noi invece di fare come loro dobbiamo odiarci a vicenda e autoestinguerci, la donna bianca fa la schiava e spende per il marito africano, però quando il marito è bianco come lei, lo schiavo è lui. Questa storia deve finire.

    2. Queste scene deprimomo anche me. Ma se solo esprimessi rammarico, solo come solo, rischierei un linciaggio.

      Ovvio che la moglie bianca appare sottomessa.
      Non avrà il velo.. Ma probabile che il consorte negro la menerà pure alla bisogna e se non lo soddisfa.

    3. Potresti trovare pertinente l’opinione di Cassius Clay sull’argomento. L’ha espressa un modo molto diretto in più di un’occasione, e secondo me vale la pena averne conoscenza.

      m.youtube.com/watch?v=HqiWFLsgVi4 (aggiungi il solito h t t p)

  2. Premesso che ovunque ci sono brave persone, e quindi anche in tutte le forze dell ordine, ma sinceramente come si puo’ dare credito a chi come loro manganellano padri , madri ed anziani solo perché non vogliono ascoltare le cazzate di un governo di falliti con i grandi statisti alla speranza alla bibbitaro alla ciampolikkio alla draghiminchia, dove l unica davvero intelligente e’ la lamorgese i suoi padroni le hanno detto tu fa entrare i negri e lei quello fa, ma non l ho mai sentita sparare minchiate in tv.. Sta zitta e da brava serva consenziente esegue…..

  3. Non dobbiamo scrivere che, a meno che non si tratti di una false flag, la gente che acvete arrestato sono degli EROI che hanno avuto il coraggio di provare a fare ciò che altri si sono fermati solo a dire su fecciabuco (che difatti, pur essendo conforme al regime e un merdaio, di questi giorni è stato continuamente demonizzato e si parla di “metterlo sotto controllo”, come del resto vorrebbe Soros…).
    Peccato che siano stati pochi e che si siano fermati alla CGIL: che cazzo ci andate a fare alla CGIL!
    E si dovevano” prendere Roma”, dicevano! Ma allora andate direttamente a Montecitorio, COGLIONI!

Lascia un commento