Consigliera di sinistra pestata da immigrati le prende ancora a Roma: è l’integrazione 😂

Vox
Condividi!

“Mi hanno aggredita selvaggiamente fuori dal seggio”. A scriverlo su Facebook è Nathalie Naim, 56 anni, consigliera uscente del Centro Storico nella lista Radicali Federalisti Laici Ecologisti e candidata per un altro mandato nella lista civica Gualtieri.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Ero fuori dal seggio, la scuola d’infanzia che si trova di fronte al Colosseo – scrive Naim – sono stati decine di ragazzi drogatissimi, che buttano bottiglie di birra nel giardino dei bambini e tengono la musica a palla fino alle 4 del mattino. La polizia è inesistente, è arrivata dopo un’ora e tre telefonate”. Schiaffi, pugni, il telefonino rubato, capelli tirati, graffi: questo è quanto racconta Naim a chi le chiede cosa sia successo.

Secondo la versione della consigliera, eletta per la prima volta nel 2008, le forze dell’ordine “gli ha assicurato l’impunità”.

Arrivata l’ambulanza, Nathalie Naim è stata portata all’ospedale San Giovanni Addolorata. “Questa situazione era da me più volte segnalata al delegato della sindaca, ma invece di risolverla è gravemente peggiorata. Neppure nel Bronks (Bronx, ndr), vergognoso!”.

Non è la prima volta che la consigliera di estrema sinistra viene pestata da immigrati, spacciatori e drogati:

Vox

Immigrati occupano zona Colosseo: “Prima o poi ammazziamo qualcuno” – VIDEO

Non sembra avere tratto giovamento intellettuale da quanto accaduto.

E si presenta con Gualtieri. Più ne prende e meno capisce.




10 pensieri su “Consigliera di sinistra pestata da immigrati le prende ancora a Roma: è l’integrazione 😂”

  1. Vox!! Perché non parlate di quello che sta accadendo da molte ore, tutte le Società di Marck Zuckerberg ovvero WhatsApp Instagram e Facebook non stanno funzionando da molte ore in tutto il mondo!!

  2. In italia (a questo punto minuscolo) abbiamo i minorati mentali in politica. E dei minorati mentali che li votano. Basta vedere come sono andate le votazioni. Popolo laido irrecuperabile

I commenti sono chiusi.