L’ultimo regalo di Raggi a Roma: Ponte di Ferro devastato dalle fiamme partite da baraccopoli immigrati

Condividi!

Il rogo è partito da una baraccopoli. Una delle tante che devastano le rive del Tevere, una volta biondo. Raggi e il Pd prima di lei hanno favorito la presenza di questo degrado. E il degrado prima o poi dà risultati.

Il rogo, come hanno scritto i vigili del fuoco su Twitter, ha riguardato “vegetazione e alcuni ricoveri di fortuna” e ha interessato il sistema di tubazioni elettriche e del gas poste sulla parte laterale del ponte.

Le fiamme sono state quasi del tutto spente poco prima dell’una di notte. Nella zona, l’interruzione della corrente e della fornitura idrica ha interessato almeno 180 famiglie residenti.

“È crollato un pezzo di storia, da bambino venivo qui con mio padre, c’era il consorzio agrario. Oggi l’inerzia di chi sarebbe dovuto intervenire ha ridotto in cenere tutti i nostri ricordi”. Così all’Adnkronos Massimo, uno degli inquilini del palazzo in via del porto fluviale, a Ostiense, a pochi passi dal ponte dell’Industria andato a fuoco nella tarda serata.

“Siamo in tutto 180 famiglie – gli fanno eco gli altri come lui in strada- e ora stiamo senza acqua e senza corrente”.

“Mancavano pochi minuti alle 23, quando è andata via la corrente e all’improvviso abbiamo sentito un odore fortissimo di gas. Ci siamo affacciati alla finestra e abbiamo visto fiamme altissime sul ponte”, è’ la testimonianza all’Adnkronos di Massimiliano, impiegato di 55 anni, residente in una delle palazzine in via del Ponte Fluviale. “Un incendio devastante. La nostra paura era per le fiamme partite dalle sterpaglie, che hanno bruciato le tubature della corrente e del gas”, aggiunge.

Ponte di Ferro a Roma: fiamme partite da baraccopoli immigrati – VIDEO

Ponte di Ferro, rogo baracche immigrati causa blackout Ostiense: quartieri Roma al buio

Quando permetti che baracche di immigrati clandestini possano esistere nei pressi di tubature di gas e cavi elettrici, è sorprendente che questo non sia accaduto prima.




Un pensiero su “L’ultimo regalo di Raggi a Roma: Ponte di Ferro devastato dalle fiamme partite da baraccopoli immigrati”

Lascia un commento