Clandestini armati sui barconi: coi coltelli per prendersi le donne italiane – VIDEO

Condividi!

Esistono pagine Facebook che da anni organizzano, sponsorizzano e diffondono video in diretta dei viaggi di clandestini islamici verso l’Italia

Diffondono video in diretta dei loro viaggi verso l’Italia su Facebook. Pubblicano foto e video.

Una pagina in particolare è dedita, da anni, ad organizzare questo traffico e ad esaltarlo, senza che il social network così solerte a censurare i patrioti muova un dito:

SBARCANO SULLE NOSTRE COSTE E POI SI DILEGUANO ARMATI DI COLTELLACCIO E PROBABILMENTE DI PISTOLE

Sono gli algerini che a ondate sbarcano in Sardegna, insieme ai loro colleghi tunisini in Sicilia. Lo sanno tutti, si riprendono anche su internet. Gli unici a non saperlo sono gli abusivi che abbiamo al governo.

Non solo. L’Italia è vista come una giovane donna seminuda coperta con una bandiera: è il bottino del viaggio. Stupri etnici.

E poi pubblicizzano la loro nuova vita in Italia e in altri paesi europei. Mantenuti coi soldi dell’accoglienza e arricchiti dallo spaccio e dal furto:

E la loro lussuosa permanenza nei centri profughi:

E’ paradossale che possano esistere pagine facebook in cui si pubblicizza in modo così marchiano l’immigrazione clandestina. In cui i clandestini si riprendono mentre sbarcano armati in Italia. Non è incitamento all’odio? Non è una violazione delle famigerate “regole della community”?

Gli scafisti promuovono il jihad sessuale in Italia.

Non è da escludere che la matrice di tanti stupri sia proprio riconducile alle campagne social che incitano all’immigrazione. Ai numerosi gruppi in cui vengono scambiate informazioni sull’Italia e in cui si dipingono le ragazze italiane come oggetti da venire a prendersi. Organizzano stupri sui social come a Colonia prima di salire sul barcone?

In virtù della mentalità oscurantista dei Paesi da cui arrivano gli immigrati, questi vedono nelle nostre donne disponibilità e accondiscendenza. Basta che non siano velate.

Per questo sulle pagine social dedicate ci sono foto di belle ragazze (ignare) con didascalie provocanti del tipo: “Vogliono vivere con te”, “Ci vediamo in Europa”. Numerosi i commenti degli uomini, che trovano ulteriori motivazioni per pagare migliaia di dollari e correre in Libia dove imbarcarsi per l’Italia.

Addirittura in alcuni casi si sfocia in messaggi a sfondo religioso: “Prendila cristiana o ebraica e portala nell’Islam”:

Foto di ragazze italiane per attrarre i clandestini: “Aspettano te: portale nell’islam…”

Non c’è un tribunale che se ne interessi, in Italia? No.

Clandestini sbeffeggiano Salvini sui barconi: “Grazie Allah per averci fatto arrivare in Italia” – VIDEO

Sbarchi fantasma di Algerini: “Siamo in Sardegna” – FOTO

Sbarchi, selfie col kalashnikov prima di partire verso Sardegna – FOTO

Trafficanti Algerini minacciano Meloni: “Una pallottola in testa…”




3 pensieri su “Clandestini armati sui barconi: coi coltelli per prendersi le donne italiane – VIDEO”

  1. Non esagriamo coi titoloni.
    Fanno gli sboroni perché ancora non sanno cosa li spetta. 😈
    Torneranno in Tunisia terrorizzati raccontando aneddoti di torture fatte di interminabili pranzi domenicali, mogli scassagrugno, infinite pricessioni di parenti con lussazioni e lesioni mandibolari a causa del numero di saluti con sbaciucchiamenti. Anche herpes molto estese perché zia Genoveffa e zia Gertrude amano farsi baciare in bocca. E poi tanto strutto e fritto anche per colazione.

  2. …. E tanti ciccioli a pranzo e gnocchi conditi con lardo e prosciutto alla sera…. Con la benedizione del prete…. Poi se uno ha ancora fame n’duja e salsiccia secca di maiale. Una vera leccornia.

Lascia un commento