Rom pesta 3 poliziotti che difendono donna: poi li investe, gambe e braccia spezzati

Condividi!

Roma è fuori controllo. Come il resto d’Italia. I sindaci e il governo stanno dando campo libero ai criminali.

VERIFICA LA NOTIZIA

Al Pigneto scene da una Roma fuori controllo. Un bosniaco ha scippato una donna, picchiato gli agenti intervenuti, poi è fuggito su uno scooter rubato e investito tre poliziotti: si erano immolati per fermare la fuga del malvivente. Scene di ordinaria follia, una sequenza da film, se non fosse che eravamo tra il Prenestino, Pigneto e Malatesta. E non era unu film. Il balordo è un 29enne bosniaco nato a Milano, ricostruisce Roma today . Una vecchia conoscenza delle Forze dell’Ordine. I poliziotti erano sulle sue tracce da tempo, perché il giovane si era reso – almeno stando alle indagini – responsabile di una serie di scippi: tutte con lo stesse modalità. Furti in serie commessi soprattutto nella zona dell’Esquilino e di Termini.

Bronson R., nato a Milano nel ’92, è un italiano di origini rom. Dopo aver individuato il suo nascondiglio in un casolare diroccato dietro Villa De Sanctis, a Centocelle, gli agenti hanno seguito i suoi spostamenti. Hanno visto il 29 enne allontanarsi sullo scooter, poi risultato rubato, e lo hanno seguito nella zona del Prenestino Labicano. È tra questa vie che gli agenti hanno seguito i suoi spostamenti, mentre il giovane si spostava a bordo di uno scooter Sh 125 rubato. Gli appostamenti sono andati a buona fine, si fa per dire. All’altezza di via Prenestina, il 29enne bosniaco ha scippato una donna di 37 anni per poi fuggire a piedi. Gli agenti lo hanno inseguito e bloccato. Ma ne è nata una violenta colluttazione, con il ladro capace di farsi strada e salire sullo scooter che aveva parcheggiato poco distante per guadagnarsi la fuga.

C’è stato un inseguimento. Poco più tardi, i poliziotti hanno notato il malvivente tra il Pigneto e Malatesta, ancora a bordo dello scooter rubato. Certi che il avrebbe fermato la marcia, tre agenti hanno occupato l’incrocio tra via Erasmo Gattamelata e via Roberto Malatesta, immolandosi con i loro corpi. Il 29enne ha invece continuato la marcia, e li ha investiti. Sfrecciando a tutta velocità ha travolto i poliziotti. L’impatto è stato devastante. Il parabrezza dello scooter è stato distrutto nello schianto contro il primo agente. Poi si è abbattuto contro gli altri due, per finire infine la sua corsa dopo pochi metri. A quel punto gli altri agenti in borghese sono riusciti ad ammanettarlo. Le indagini sono ora in corso per ricostruire la catena di scippi messi a segno. Nell’impatto ha fratturato la gamba sinistra di un agente e il braccio di un suo collega. Il primo a finire sotto le ruote dello scooter è stato invece scaraventato a terra ed è ancora in osservazione al Policlinico Umberto I.




4 pensieri su “Rom pesta 3 poliziotti che difendono donna: poi li investe, gambe e braccia spezzati”

Lascia un commento