Invita immigrati a stuprare Lamorgese invece delle vittime innocenti, espulso da Forza Italia

Condividi!

Mentre non è bello invocare lo stupro di nessuno, è certamente più grave scaricare stupratori in Italia.

Dino Nascimbeni, capogruppo di Forza Italia a Ghedi (Brescia), ‘colpevole’, dopo l’ennesimo stupro di una risorsa scaricata in Italia da Lamorgese, di aver perso il controllo su Facebook: “Dovrebbero stuprare lei, ma chi ha il coraggio”, ha scritto Nascimbeni, a proposito dei casi di violenze sessuali compiute dagli immigrati nelle ultime settimane.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Affermazioni censurabili e inammissibili – è stato il commento di Alessandro Mattinzoli, coordinatore provinciale di Forza Italia -, è stato deferito ai probiviri per l’espulsione dal partito”. Ma infatti, uno così in Forza Italia non ci può stare.

Come riferiscono le pagine locali del Quotidiano nazionale, i consiglieri di opposizione del Comune avevano già chiesto le dimissioni dell’incontinente Nascimbeni. La Commissione pari opportunità bresciana aveva tuonato nei giorni precedenti parlando di un “gravissimo fatto che non può passare sotto silenzio”.

E a testimonianza di come un assalto alla titolare del Viminale non possa restare una questione “di partito” né tantomeno una questione “cittadina”, era intervenuta anche Mara Carfagna, ministro per il Sud nonché rappresentante di spicco della stessa Forza Italia, da sempre in prima linea nella lotta alla violenza fisica, verbale e psicologica contro le donne: “Tutta la mia solidarietà, inaudito leggere di un esponente locale di FI che per attaccarla invita allo stupro”.

Insomma, chi scarica in Italia stupratori che stuprano le vostre figlie resta sulla poltrona, chi sbrocca contro di lei no. Tanto per dire come è chiara la scala delle responsabilità.




3 pensieri su “Invita immigrati a stuprare Lamorgese invece delle vittime innocenti, espulso da Forza Italia”

  1. Berlusconi al solito butta l acqua al suo mulino, lui!….. il consigliere ha fatto bene e’ evidente che e’ una battuta volutamente provocatoria, essere espulso da un partito di finocchi, e’ un bene non un male

Lascia un commento