Immigrati dalla pelle scura stuprano donne a Milano: “Noi italiane dobbiamo solo tenere la testa bassa”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Ancora stupri a Milano. Uno degli ultimi casi è accaduto nei giorni scorsi a Niguarda, dove una barista trentenne è stata violentata da un immigrato sui 20-25 anni, straniero dalla pelle scura, come ha riferito la stessa vittima: presa alle spalle e schiacciata contro un muro mentre tornava a casa dopo aver finito il proprio turno di lavoro.

Da giorni è una vera e propria caccia all’immigrato, inutilmente.

Appena poche settimane fa un caso fotocopia: una giovane infermiera violentata mentre si recava a lavorare al San Raffaele. In quel caso però era stato arrestato il solito immigrato, un richiedente asilo ventenne. Africano sbarcato a Lampedusa appena il mese precedente.

A Milano, dopo gli ultimi fatti, è aumentata la paura da parte delle donne che hanno timore ad uscire di casa la sera: “Non c’è bellissima gente”, ha dichiarato un tabaccaio. “Devi solo stare attento e basta”, ha aggiunto una giovane intervistata.

La ragazza vittima della violenza, una italiana di 30 anni, ha raccontato agli inquirenti di essere stata aggredita alle spalle da un giovane straniero di carnagione scura. Ha detto di ricordare anche gli abiti indossati dal violentatore: maglia rossa e pantaloni scuri. La polizia ha cercato prontamente di intercettare l’uomo il quale, fuggendo attraverso il vicino parco ha fatto perdere le tracce. Nel frattempo gli abitanti chiedono a gran voce maggiori controlli.

Illusi: i controlli si fanno alle frontiere, armati di frusta. Poi è tardi.

Ma il ministro Lamorgese ha fatto sapere che non ci sono episodi allarmanti e che tutto sarebbe sotto controllo. Secondo lei gli stupri sono una ‘percezione’.




7 pensieri su “Immigrati dalla pelle scura stuprano donne a Milano: “Noi italiane dobbiamo solo tenere la testa bassa””

  1. Segnalazione di servizio: ho provato ad utilizzare il “fact-checking” per questo articolo e come risposta ho ricevuto un interessantissimo saggio dal titolo “La ceramica a vernice nera nei contesti tombali della Lombardia” e per il resto riferimenti a “Lombardia nera” che è una trasmissione di Antenna 3/Telelombardia che consiglierei ai fan di Tiziano Crudeli.

  2. Ormai non c’è più niente da fare,con questo governo di delinquenti,ci saranno altri due anni di sbarchi e la cosa non sarà più recuperabile.Abbiamo un opposizione che non esiste,ormai l’italia è destinata a diventare una discarica di animali pronti a taglirci le palle e la gola e noi branco di idioti , non facciamo niente per cercare di fermare questo schifo.

Lascia un commento