Ammirate la potenza militare di Putin: esercitazioni congiunte con la Bielorussia – VIDEO

Condividi!

L’overcraft lo vedremmo bene a Lampedusa. Fare avanti e indietro con l’Africa per scaricare cosa sappiamo.

Avreste mai pensato, un tempo, che avremmo finito per tifare per un’invasione ‘sovietica’?

Il presidente russo Vladimir Putin ha supervisionato imponenti esercitazioni militari congiunte con la Bielorussia che hanno suscitato “reazioni allarmate” della Polonia, membro Nato.

Le esercitazioni hanno simulato il lancio di una controffensiva contro forze nemiche e hanno coinvolto tutte le forze militari, aviazioni esercito e truppe corazzate, per un totale di 200.000 persone, oltre 80 aerei ed elicotteri, 300 carri armati e l’hovercraft più grande al mondo, si sono svolte nella regione russa di Nizhny Novgorod a est di Mosca.

Invadici, Putin. Invadi quest’occidente decadente dove governano checche e puttane.

Secondo osservatori internazionali le esercitazioni sarebbero state anche una “mossa di propaganda” in vista delle elezioni parlamentari del 17 settembre, dove poi il partito al governo Russia Unita che sostiene Putin ha trionfato.

La NATO, che in passato ha accusato la Russia di aver sottostimato i movimenti delle truppe, aveva affermato che avrebbe seguito da vicino le esercitazioni, avvertendo anche del rischio di incidenti o errori di calcolo che potrebbero provocare una crisi.

La NATO non esiste. E’ un cane di paglia.




13 pensieri su “Ammirate la potenza militare di Putin: esercitazioni congiunte con la Bielorussia – VIDEO”

  1. poveri leghisti deficienti stupidi
    chissa quando capiranno che Putin
    e’ parte integrante dello stesso gioco

    ed infatti ha assecondato in pieno l’attacco
    del potere modialista all’umanita
    e vi ha fatto pure un vaccino con la stessa tecnologia di tutti gli altri.

    Non perdiamo tutte le speranze,
    forse i talebani che sostituiranno i leghisti
    saranno un po meno stupidi

  2. Il povero Orwell è spesso “abusato”. Bisogna però ammettere che è l’unico ad aver indovinato la “mappa” del mondo del futuro. Eurasia ed Estasia sono ancora un po’ turbolente ma “AUKUS” è esattamente l’Oceania da lui immaginata.

        1. Disdetta: lo chiamano AUKUS anche loro e attualmente il paio di testate che ho sbirciato sono monopolizzate da un giocatore di rugby sudafricano che rischia 52 (cinquantadue) giornate di squalifica per aver fatto la “torpedine tongana” ad un avversario durante una partita del top 14. Il video è “divertente”. Il sudafricano si chiama Ryno Pieterse, nomen omen, ed è gigantesco.

  3. Piccola analisi tecnica dello “sfoggio” di zio Vlad –

    L’Unione Sovietica non esiste più da oltre trent’anni. Meglio per gli Americani, peccato per Zio. Prima o poi anche i loro veicoli finiranno.
    In questo video le armi più moderne sono la coppia di Su-35, forse anche gli elicotteri (i Mi-24 per quanto micidiali a livello di potenza di fuoco non sono certo una novità). Per il resto abbiamo dei BTR-80/90 che sono onestissimi trasporti, ma hanno almeno trent’anni e non sono per niente i trasporti della serie “Armata”; una nave anfibia a cuscino d’aria degli anni 80 (e di queste ne hanno 2 in totale, facciamo prima a chiamarle per nome che a scrivere “cuscino d’aria”), dei lanciarazzi Grad del 1961, basati direttamente sulle Katiusce dello Zio di Zio, quello coi baffoni – sempre valido ma un po’ datato; dulcis in fundo, non è che l’Armata Rossa mi sia sembrata in gran forma – sembravano appena svegli e c’erano anche un paio di pance da sbarco sospette.
    Concludendo, non vorrei fare il guastafeste ma ho visto esercitazioni più impressionanti da parte dell’Esercito Italiano. Ho detto tutto.

Lascia un commento