Auto con 6 rom a bordo sfonda posto di blocco: poliziotti feriti

Condividi!

Ennesimo caso come dimostra la foto in alto.

A Roma una Renault Clio con sei rom a bordo ha forzato il posto di controllo dei poliziotti, schizzando via a forte velocità e imboccando via Popoli contromano. Sono le 2,10 della notte scorsa quando nel quartiere Tor Cervara la volante intima l’alt ad un’auto sospetta con a bordo ben sei persone. Ma i sei però, non arrestano la marcia. Anzi, fuggono a tutto gas. Ne nasce un inseguimento da film.

I sei sull’utilitaria dopo una serie di manovre pericolose, arrivati a un incrocio, decidono di lasciare la Clio e dileguarsi a piedi facendo perdere le loro tracce nei campi vicini. L’agente alla guida perde però il controllo della volante, schiantandosi contro un cartellone pubblicitario in via di Tor Cervara.

Entrambi i poliziotti all’interno dell’auto di servizio, completamente distrutta nella parte anteriore, vengono soccorsi e refertati con una prognosi di ventuno giorni all’ospedale Cristo Re mentre i colleghi del Commissariato Casilino sono al lavoro per risalire ai rom in fuga.

Altro caso. Il 31 dicembre dello scorso anno sulla Tiburtina, un’auto di rom in fuga a folle velocità, aveva speronato quattro volanti della polizia. Dopo un rocambolesco inseguimento da film, le forze dell’ordine avevano messo fine all’inseguimento, e assicurato alla giustizia due dei quattro nomadi della banda.

Rom sfondano posto di blocco, poliziotti feriti




8 pensieri su “Auto con 6 rom a bordo sfonda posto di blocco: poliziotti feriti”

  1. ormai queste vicende
    sono assimilabili a regolamenti di conti tra bande rivali.

    oggi i carabinieri hanno arrestato il candidato sindaco di trieste,
    perche cercava di difendere una donna cacciata via dall’ufficio postale, senza mascherina

    youtube.com/watch?v=0ZgSltXpGKk

    arresto
    youtube.com/watch?v=BVIXshAudHM

  2. Che armi ha in carico la polizia italiana?
    Pistole a pallini o cerbottane.
    VERGOGNA.
    Negli USA, paese liberale e civile, questi escrementi sociali non avrebbero nemmeno circolato.

Lascia un commento