Accusati di 35 furti in casa, arrestata banda di immigrati

Condividi!

Prima suonavano alla porta e, se qualcuno rispondeva, si fingevano in cerca di una casa in affitto. Se invece non c’era nessuno, forzavano l’ingresso e svaligiavano l’abitazione.

Altre volte facevano sopralluoghi, con auto intestate a prestanome. E se la situazione lo consentiva, la sera colpivano.

Una coppia di serbi, Kristijan Duric e Valentina Stojanovic, 28 e 31 anni e i complici, i connazionali Miki Marinkovic, 48 anni e Gimmi Duric, 27, residenti a Torino, sono stati arrestati dai carabinieri di Ferrara per 35 furti commessi nella zona di Copparo.

I soliti zingari.

L’accusa contesta 35 episodi, mentre sono 23 quelli al momento riconosciuti dal giudice.

L’indagine ‘Day thefts’, iniziata a settembre 2020, ha accertato che solitamente venivano scelte case isolate, abitate da anziani, senza allarmi o porte blindate.

A Copparo, il 24 dicembre 2020, la coppia avrebbe commesso un furto in una casa di pensionati che erano andati alla messa di Natale. Il bottino veniva messo di solito in federe per cuscino, poi i ladri gettavano via quello che consideravano di poco valore, mentre la refurtiva veniva ricettata in un Compro Oro di Ferrara. Da una casa è stata rubata anche una pistola. Gli investigatori sono risaliti alla coppia, grazie a testimonianze e all’esame dei sistemi di videosorveglianza, quindi ai complici.

Se qualcuno chiedesse la sterilizzazione sarebbe razzista, ovviamente.




2 pensieri su “Accusati di 35 furti in casa, arrestata banda di immigrati”

  1. In Arabia Saudita hanno beccato una banda di filippini autori di razzie nelle case.Li hanno beccati uno per uno.In 40.Siccome da quelle parti gli stranieri indistintamente sono soggetti alle leggi Saudite,nonostante le proteste dell’ambasciata filippina a Riad,hanno provveduto in maniera solerte e rapida,prima ad incarcerarli,poi a torturarli e poi,una volta portati ad Al Jubail località in cui hanno commesso i furti,alla preghiera del venerdì hanno tagliato 40 mani.Una volta fatto,curati in ospedale a spese dell’Ambasciata Filippina rimpatriati al paese loro con diffida perpetua al rientro in Arabia Saudita.Da noi hanno arrestato zingaroni?La detenzione non durerà che lo spazio di qualche ora.

Lascia un commento