Un altro immigrato scroccone sgozza un uomo in centro accoglienza

Condividi!

Come dice Lamorgese “può accadere ovunque”: e, infatti, accade in tutta Italia.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ennesima violenza nel centro di accoglienza notturna di Trento, quando tra due degli ospiti stranieri della struttura gestita dalla A$$ociazione Volontarius e dalla Cooperativa $ociale River Equipe.

Difficile, se non impossibile capire cosa abbia scatenato il violento confronto, ma certo è che entrambi i contendenti avevano ecceduto con gli alcolici. E così, dalle parole s’è passati alle urla, dalle urla agli spintoni e, alla fine, nella mano di uno dei due è “spuntato” un coltello.

Nemmeno il tempo di capire cosa stesse accadendo, che l’immigrato s’è scagliato contro l’avversario tentando di sgozzarlo.

Tutto s’è svolto tanto rapidamente che il personale e le guardie giurate presenti non hanno avuto nemmeno il tempo materiale di intervenire per fermare i due.

Immediato è stato lanciato l’allarme e, nella struttura d’accoglienza, sono intervenuti un’ambulanza e le volanti della questura di Bolzano.

Da sempre al centro di discussioni e polemiche, la struttura ricavata nell’ex segheria di via Comini è in grado di accogliere un’ottantina di scrocconi.

L’accesso al servizio avviene su richiesta diretta degli interessati oppure su segnalazione da parte del Servizio Integrazione Sociale o degli enti pubblici e privati presenti sul territorio comunale, mediante il servizio di reperibilità telefonica del servizio. L’accesso è completamente gratuito e alle persone accolte viene fornito un servizio di prima colazione oltre alla possibilità di usufruire del servizio doccia.

Pagate tutto voi.

A gestire la struttura un’equipe composta da “personale multilingue con pluriennale esperienza nel settore di intervento, che accompagna gli ospiti nei percorsi di autonomia e offre anche orientamento e supporto nella ricerca di opportunità di formazione, lavoro e alloggio”.

C’è tutta una struttura parastatale di parassiti che ruota attorno all’immigrazione. Serve il lanciafiamme politico per bonificare.




Un pensiero su “Un altro immigrato scroccone sgozza un uomo in centro accoglienza”

  1. Io ne ho visto uno nel ’92 quando ero in missione in Cirenaica.Sgozzato come un capretto in branda….Sangue ovunque gola squarciata.Si vedeva la trachea e l’esofago.L’autore dello sgozzamento?Un tunisino

Lascia un commento