MIGRANTE ACCOLTELLA PASSANTI A TORINO: CITTA’ ITALIANE FUORI CONTROLLO

Condividi!

Come ha detto Lamorgese: “Può accadere ovunque”. Infatti, accade in tutte le città italiane. Te ne devi andare, parassita di Stato da sempre.

Un gruppo di amici sta trascorrendo la serata all’interno del Parco Dora quando due di loro si allontanano per acquistare cibo e bevande. Durante il tragitto un soggetto, immigrato, si avvicina ad uno dei due ragazzi, chiedendo se avesse una sigaretta. Al suo diniego, l’uomo estrae un coltello e, puntandolo all’indirizzo della vittima, avanza nuovamente la richiesta. Spaventato, il giovane lo accontenta. Ottenuta la sigaretta, lo straniero si allontana. I due, preoccupati, raggiungono rapidamente il resto del gruppo. Al loro arrivo, gli viene riferito dagli amici di un individuo che poco prima, facendo sfoggio del suo coltello, aveva chiesto una sigaretta. A quel punto i ragazzi allertano immediatamente il 112 NUE.

Le pattuglie del commissariato Madonna di Campagna e della Squadra Volanti giunte sul posto, rintracciano il trentasettenne. L’arma, della lunghezza di 30 cm, è ancora stretta tra le sue mani. Durante il controllo, un cittadino si avvicina ai poliziotti, raccontando di essere stato avvicinato anche lui, poco prima, dal predetto con le stesse modalità.

Una volta disarmato, l’uomo è stato condotto presso gli uffici della Questura, dove sono emersi numerosi precedenti specifici di Polizia ed un recente provvedimento di avviso orale. Sono scattate le manette per rapina.

Ormai ogni giorno si contano sempre più di questi casi. Nella foto in alto il caso di Brescia:

MIGRANTE ACCOLTELLA PASSANTI A TORINO




4 pensieri su “MIGRANTE ACCOLTELLA PASSANTI A TORINO: CITTA’ ITALIANE FUORI CONTROLLO”

  1. la verita
    e’ che questi sono cannibali

    ecco perche strappano con i morsi
    le orecchie ad i leghisti
    oppure altre parti del corpo

    Vorrebbero semplicemente mangiarseli.

    Provate ad indagare sui leghisti scomparsi
    ne scoprirete delle belle.

Lascia un commento