Uomini e donne, debutta il tronista trans, ma i corteggiatori se ne vanno

Condividi!

In un Paese civile sarebbe intervenuta la forza pubblica. Ormai il confine del perverso è stato superato da questi programmi trash che, però, hanno un’agenda ben precisa.

Uomini e donne, dopo il ‘tronista gay’:

Maria De Filippi sempre più trash con il “tronista gay”

Debutta il tronista trans, tal Andrea Nicole. Il format di Maria De Filippi torna quindi alle origini della propria presentatrice per accelerare sull’apologia del pensiero gender.

I programmi trash della De Filippi sono infatti un grande veicolo di stupidità. E la stupidità, come insegnano le Sardine, è veicolo perfetto contro l’odio: che è invece un sentimento di difesa razionale.

La stupidità diffusa a piene mani dai programmi di personaggi come De Filippi e D’Urso sono infatti fatto decisivi nell’abbassare le difese immunitarie della popolazione.

Ma il confronto con i corteggiatori scesi in studio senza sapere che avrebbero trovato il trans non è andato bene. Alcuni coraggiosi hanno confessato di sentirsi in difficoltà.

“Il corteggiarti è una cosa che mi blocca, mi fa strano, se non lo avessi saputo sarebbe stato diverso. Mi fa strano, è una cosa strana – ha dichiarato il corteggiatore Alessio – Non me la sento non voglio farti perdere tempo”. Non ha usato mezzi termini Stefano: “Va contro la mia natura corteggiarti, ma hai chiesto sincerità ed io non sono qua per perdere tempo. Apprezzo quello che sei e la tua storia, ma per me non ci sono possibilità, non me la sento”.

Queste cose in Russia non accadono. Le perversioni sono bandite dai media.

Il trash prodotto in questi decenni dalle televisioni di Berlusconi ha distrutto l’Italia nell’intimo. Un quotidiano bombardamento di immoralità e scemenza che ha abbassato le difese ‘immunitarie’ della nazione davanti all’orda progressista.

De Filippi, D’Urso e il Grande Fratello la punta di diamante di questo trash che, comunque, viene da lontano.




12 pensieri su “Uomini e donne, debutta il tronista trans, ma i corteggiatori se ne vanno”

  1. Prima o poi a qualcuno verrà in mente di rendere illegale discriminare sentimentalmente e sessualmente i trans, rendendo obbligatorio accettare il fatto assolutamente scientificissimo che non c’è differenza tra xx e xy. Se un transone ti farà gli occhi dolci, sarai costretto a starci, altrimenti verrai denunciato per omofobia.

    Nei miei deliri distopici ho questa immagine in mente: società unisex androgina in cui il piacere carnale sarà deputato ai sexbot e gli esseri umani dovranno per legge fare donazioni costanti di ovuli e sperma per la riproduzione in vitro.

      1. A MARI’ SO’ VENUTO PA’ FREGNA NO PER IR CAZZO!!!

        E Maria: Ha pveso gli ovmoni.. . è una donna come tutte le altve… Te lo devo dive io?? !

        A MARI’ CON QUESTA NER LETTO NUN CE VOGLIO DORMI COR CULO AR MURO!!! 😂😂😂

  2. W le zoccole, w la lap dance, sigari e sigarette, rhum, whisky, vodka, gin, tequila e cointreau(e il caffè sport), w la benina rossa e le euro 0, morte agi smartphone e w i telefoni a disco e a gettone!!!!VAFFANCULO A QUESTO MILLENNIO DI MERDA!!!!
    MORTE ALLO STATO, AL POLITICALLY STAMINKIA, AI FROCI DA TASTIERA ALLA IGG CHE NON SI TROVANO IL CULO X PULIRSELO!!!!

    1. A volte il paradiso lo immagino così. Un ritorno a passato. Con automobili, telefoni e computer che erano capolavori di design.
      E poi i sospiri davanti alla cabina telefonica, chiamando la morosa.
      Altri tempi. 😎

  3. Ora che diranno che sono transfobici? Non si può dire purtroppo che i transessuali sono dei malati mentali, in quanto soffrono di disforia di genere.

    Che le tv di Berlusconi hanno rovinato una società, già di per sè rovinata dal Sessantotto e dal Settantasette, è un fatto assodato. Vanno necessariamente regolamentate e sottoposte a rigorosa censura peggio delle altre. Con il loro trash hanno infettato la RAI e tutte le altre emittenti provate.

Lascia un commento