Associazione a delinquere tra centinaia di immigrati per rubare il Reddito di Cittadinanza

Condividi!

Percepivano il reddito di cittadinanza ma senza essere in regola con la normativa (in particolare per la residenza in Italia da almeno dieci anni) 192 IMMIGRATI denunciatI a piede libero dalla guardia di finanza di Perugia, tutti stranieri.

A carico di sette è stata ipotizzata l’associazione per delinquere in quanto sono risultati loro a presentare quasi tutte le domande, in un Caf della periferia del capoluogo umbro, città dove gravitano.

E’ emersa una indebita percezione del reddito per circa 406 mila euro. Le carte di spesa sulle quali sono stati versati sono risultate in possesso di un ristretto gruppo di immigrati e venivano utilizzate per l’acquisto di telefoni cellulari, elettrodomestici e altri beni facilmente rivendibili. Acquisti fatti in diverse città, anche del nord, spesso in centri commerciali vicini tra loro e in orari simili.

VERIFICA LA NOTIZIA

Le indebite percezioni del reddito di cittadinanza sono state subito segnalate dalla guardia di finanza all’Inps che ha bloccato le erogazioni. Ora gli investigatori stanno cercando di ricostruire il flusso di denaro. Accertamenti sono in corso sui documenti utilizzati per le domande del Reddito e per accertare eventuali responsabilità da parte del Caf.

L’indagine è stata avviata in seguito a un’analisi del Nucleo Speciale della guardia di finanza che si occupa di spesa pubblica e frodi comunitarie dalla quale è emerso che gli intestatari dei codici fiscali legati al reddito risultavano residenti in Italia da meno di dieci anni. Gli accertamenti sono stati quindi approfonditi dal Gico del nucleo di polizia di polizia economico-finanziaria di Perugia.

Tutt’ora al vaglio degli investigatori ci sono diversi documenti sequestrati nel corso di perquisizioni nelle abitazioni degli indagati e presso il Caf.

Ma qui il problema è che un immigrato non dovrebbe prendere mai il reddito di cittadinanza, che altrimenti si dovrebbe chiamare di residenza. E’ ridicolo finanziare la natalità dei nostri invasori.

E se grazie alla Lega questa era una truffa:

Lega beffa gli immigrati: “Niente reddito di cittadinanza”

Ma dopo che il M5s ha cambiato partner sessuale e abrogato durante il Conte II la ‘clausola Ceccardi’ che rendeva difficilissimo ottenere il RdC per un extracomunitario, questa truffa è diventata legale.

Scoperti altri 1.500 immigrati col reddito di cittadinanza: la maxi-truffa grillina

Il vero problema, infatti, sono quelli che lo prendono regolarmente:

Paghiamo il reddito di cittadinanza a 400mila immigrati e rom

Per non parlare del REM, altra marchetta inventata dai grillini per finanziare gli immigrati, come del resto ammettono già dall’oscena pubblicità con l’africano in primo piano. Finanziamo l’invasione e ne favoriamo la permanenza nel territorio.

MIGLIAIA IMMIGRATI HANNO RUBATO IL REDDITO DI CITTADINANZA: ANCHE PER FINANZIARE LO SPACCIO DI DROGA




2 pensieri su “Associazione a delinquere tra centinaia di immigrati per rubare il Reddito di Cittadinanza”

  1. il problema non e’ il RdC
    ( il quale ha salvato una marea di macachi leghisti anche con il covid che altrimenti sarebbero andati a cercare rifiuti nell’immondizia e dividere i posti letto in stazione con gli africani)
    e neanche gli immigrati che lo prendono illeggittimamente
    i quali se prima vengono deportati, poi in qualche modo pur vivere, altrimenti e’ ovvio che andranno a sgozzare i leghisti per deburarli.

    il problema sono quei burocrati
    che permetteno che avvenga la truffa
    e rimangono impuniti.

Lascia un commento