Scontro Giordano-Mediaset: chiudetemi se non vi vado bene

Condividi!

Mario Giordano nel mirino del vertici Mediaset? Secondo un retroscena de Il Tempo le indiscrezioni che girano al momento rivelerebbero nervi tesi e scambi ad alta temperatura polemica tra il conduttore di Fuori dal Coro e la direzione. Il teatro dello scontro sarebbe stata una stanza blindata in cui i toni si sarebbero subito inaspriti: a detta del quotidiano capitolino, pare infatti che il giornalista sia finito nel mirino dei vertici per un un «atteggiamento troppo accondiscendente nei confronti dei no vax». Una recriminazione a cui Giordano avrebbe replicato secco: «Chiudetemi il programma se non vi vado bene. Io non sono No Vax, mi pongo solo delle domande».

Insomma, tirerebbe una brutta aria nei corridoi di Fuori dal coro. E questo, malgrado gli ottimi risultati in termini di ascolto conseguiti dal conduttore che nel suo talk show, tra servizi e inviati, scenografie teatrali e annunci rilanciati con veemenza, indaga settimanalmente su scandali e malcostumi della politica e casi di cronaca e attualità. Ebbene, proprio con la stessa tempra, e la stessa determinazione, Giordano avrebbe risposto alle obiezioni eccepite dall’azienda, ai quali Il Tempo sostiene avrebbe replicato: «Noi siamo favorevoli ai vaccini. Punto. Questo è il solo messaggio da diffondere». Stando a chi era nei pressi della stanza che ha ospitato il vertice di fuoco, allora, le urla sono riecheggiate fino al piano terra dell’edificio. Del resto, non sappiamo immaginare un modo compassato per dire quanto avrebbe ribadito, gridando, il conduttore del talk show di Rete 4: «Sono un giornalista. Io non mi faccio imbavagliare da nessuno»…

Si fa domande, legge Vox, ed è l’unico a dare spazio ai crimini degli immigrati. Nella nuova Silviolandia targata Minzolini non può andare bene.




13 pensieri su “Scontro Giordano-Mediaset: chiudetemi se non vi vado bene”

  1. ah ah ah
    voi credete a queste storielle?

    ci deve essere per forza un rappresentante mediatico
    dei leghisti
    altrimenti questi rinnegano la TV
    e si capisce la truffa

    Prima c’era Funari, nel 2011 Paragone, adesso c’e quest’altro

    Giordano e’ il prototipo di oggi
    dell’elettore medio padano e medio cattolico
    con un 5,5% di share di tutto rispetto.

    Sterminiamo i leghisti,
    con rastrellamenti fatti casa per casa
    e vedrete che Giordano sparisce dalla TV

  2. Non è questione di accondiscendenza, ma piuttosto di pluralismo, quello che su RAI, La7 e altre emittenti televisive non è riscontrabile, poiché si dà voce ad una sola parte, quella che sostiene le vaccinazioni obbligatorie e il Green Pass. Degno di un regime totalitario.

    Ieri in trasmissione è stata svelata l’esistenza del farmaco Anakinra, prodotto dalla svedese SOBI e che serve a curare l’artrite reumatoide, che è stato somministrato a numerosi ammalati di Covid, i quali sono subito guariti. Ciò nonostante, il farmaco non è stato approvato dall’AIFA.

  3. considerando che gli amici di merende di cagonte sono pro ghey pro vaccini pro sbarchi pro soldi regalati senza far nulla pro spazzatura pro canne c’è nessuno in questo stato bananiero contro la degenerazione e la disintegrazione fattuale delle cose che ci circondano!

Lascia un commento